Brufoli sottopelle: cosa fare e cosa no

brufoli sottopelle
brufoli sottocutanei

Un inestetismo tanto odiato e diffuso non solo tra i giovani sono i brufoli sottopelle o sottocutanei, che possono manifestarsi sia singolarmente che in gruppo.

Chiamati anche comedoni chiusi, cisti acneiche o noduli, i brufoli sottopelle sono rilievi cutanei che si sono formati talmente in profondità da non riuscire a secernere pus.

Dal momento che l’infiammazione non è superficiale e intacca i nervi, i brufoli sottocutanei tendono a essere estremamente dolorosi.

Scopriamo in questa guida di Consigli Benessere come trattare questi inestetismi cutanei.

Brufoli sottopelle: cosa sono? Come si presentano?

I brufoli sottopelle o sottocutanei sono un inestetismo cutaneo molto fastidioso e spesso difficile da eliminare, che si può manifestare sia singolarmente, sia in gruppo, conferendo all’area cutanea un aspetto decisamente antiestetico.

La comparsa di brufoli sottopelle può essere accompagnata da una serie di sintomi che comportano un notevole disagio.

Si presentano come protuberanze sottocutanee di dimensioni variabili e, in alcuni casi, possono essere percepiti solo al tatto.

I brufoli sottocutanei sono arrossati e infiammati e, a causa del pus intrappolato al loro interno, si presentano come masse dolorose e dure al tatto.

L’acne sottocutanea può evolvere e dare origine alla formazione dei brufoli con la “capocchia bianca” oppure possono dare origine a papule o cisti.

Brufoli sottocutanei: quali sono le cause?

I brufoli sottocutanei si formano in seguito a processi infiammatori a carico del follicolo pilifero.

Le cause che provocano questi inestetismi dipendono da svariati fattori, che possono dare origine a questo disturbo:

  • Eccessiva produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee;
  • Alterazioni ormonali;
  • Utilizzo di prodotti cosmetici e prodotti per la detersione di scarsa qualità;
  • Reazioni allergiche, sia a cosmetici che a cibi, farmaci o altre sostanze;
  • Inadeguata detersione della pelle con conseguente accumulo di impurità;
  • Disturbi epatici;
  • Stress;
  • Stile di vita sregolato e ricco di vizi;
  • Alimentazione squilibrata.

Brufoli sottocutanei: quali sono i sintomi?

I brufoli sottocutanei si manifestano con la comparsa d’infiammazione e conseguente arrossamento, associato ad altri sintomi tra cui:

  • Prurito;
  • Dolore con o senza pressione dell’area interessata;
  • Pelle screpolata in corrispondenza degli inestetismi;
  • Gonfiore dell’area interessata dall’infiammazione;
  • Infezione batterica.

Brufoli sottopelle: come trattarli? Cosa fare?

I brufoli sottocutanei possono essere trattati con l’applicazione di una crema a somministrazione topica.

Inoltre, è possibile utilizzare una crema antibiotica dalle proprietà antinfiammatorie o una pasta per il trattamento dell’acne contenente acido salicilico o perossido di benzoile.

Anche un impacco freddo può essere un valido rimedio naturale per trattare l’infiammazione sottocutanea.

Se non riesci a risolvere il brufolo sottocutaneo è bene rivolgersi ad uno specialista in dermatologia.

(Fonte immagine: italyanstyle.com)

 

 

CONDIVIDI