Caffè: come usarlo per prevenire la caduta dei capelli

Il caffè è una bevanda onnipresente nella cultura italiana e in molte altre europee e mondiali. La sua funzione energizzante è nota a tutti, e per tanti rappresenta la carica giusta senza cui non è possibile cominciare una giornata. Ma il caffè non è solo una bevanda, bensì molto altro.

Oltre ad essere un ottimo deterrente contro i capelli bianchi, nella cura del cuoio capelluto il caffè riesce anche in un’altra impresa: prevenire la caduta, e dunque la perdita, dei capelli.

Il caffè per prevenire la caduta dei capelli

Il caffè e la caffeina non sono dunque solo fonti di energia e carica, non si limitano solo ad una funzione di integrazione. Difatti, secondo molti studi, di cui alcuni recenti, il caffè stimolerebbe la crescita dei bulbi piliferi, candidandosi ad alleato per quanti combattono contro la caduta dei capelli.

L’effetto crescita dei capelli infatti è stato affrontato da molti studi di settore che testimoniano come la caffeina vada ad agire come una sorta di sveglia naturale, trovando gli stessi effetti prodotti nell’organismo: eccitante per spingere il bulbo a lavorare di più. E provocando così l’aumento della lunghezza dei capelli in tempi più brevi.

Per questo motivo si può potenziare il proprio capello, e la sua crescita, utilizzando sia la classica tazzina di caffè sia invece maschere e risciacqui con caffè alla base. Questi sono acquistabili in negozio ma anche pronti da fare in casa. Qui tutto quel che occorre è usare due cucchiaini di fondi di caffè all’olio extravergine di oliva, un nutriente per il corpo, per formare una crema omogenea da spalmarsi sui capelli. Venti minuti dopo l’impacco ottenuto può essere risciacquata.

Si tratta di uno dei più gettonati trattamenti di bellezza, utile non solo alla stimolazione dei bulbi piliferi, accelerando così la crescita dei capelli, ma combattendo unitamente anche la forfora e, infine, rendendo i capelli più lucenti.

Ovviamente quello sopra descritto è solo uno dei tanti trattamenti disponibili per prevenire la caduta dei capelli e influire positivamente sulla loro rapida crescita. Come alternativa si può utilizzare, come anticipavamo poc’anzi, una semplice tazza di caffè con cui risciacquare i capelli alla fine del consueto shampoo. Qui tutto ciò che occorre fare è massaggiare il cuoio capelluto con la bevanda a freddo, così da consentire al bulbo del capelli di energizzarsi grazie alle proprietà benefiche (e naturali) del caffè.

Tra i tanti motivi che spingono all’utilizzo del caffè nella cura del proprio corpo, basti citare la meravigliosa lucentezza che questo garantisce ai capelli. In particolare ne gioveranno quelli castani, acquisendo riflessi caldi pur senza scurire del tutto il capello. Si tratta di rimedi naturali efficientissimi ma da testare prima sulla cute, per percepirne la tollerabilità e per procedere ai trattamenti con un piccolo dosaggio del prodotto. Il rimedio sopracitato va assolutamente evitato qualora, sulla pelle, si verificassero condizioni di rossore o di prurito.

FONTE IMMAGINE: PASQUALINI CAFFE

CONDIVIDI