Guida utile per tingersi la barba

Farsi crescere la barba è ormai tendenza comune e compiacente a un numero di uomini sempre maggiori. Spesso, però, della barba non piace il colore: chi troppo chiara, chi troppo scura, chi troppo poco evidente. Nasce da qui la necessità di applicare sulla barba una tintura. Non è pratica solo per le donne e i loro capelli, a ben guardare e questa tendenza sta prendendo sempre più piede.

Qui troveremo una soluzione al problema: come rendere la barba più scura, consentendo anche a chi ne ha giusto un accenno di avere una peluria totalmente alla moda.

La tinta giusta

Prima di tutto, è necessario partire dalle basi. Scegliere, cioè, la tinta giusta per la barba. Il consiglio che ci sentiamo di dare è quello di scegliere una tinta più chiara, anche leggermente, rispetto al colore naturale della barba. Scegliere una tonalità più scura infatti può portare ad un risultato totalmente sbagliato, che dà troppo all’occhio. Una tinta più chiara, invece, può essere scurita anche in un secondo momento.

Prima di fare qualsiasi operazione, occorrerà fare preventivamente un test con piccole dosi, per evitare spiacevoli irritazioni. In questo caso applicate un po’ di tinta sulla pelle per evitare reazioni allergiche che spesso possono capitare. Il test può durare un po’, anche 24 ore, prima di dare certezza di non provocare spiacevoli reazioni alla pelle. In caso di arrossamenti anomali o prurito e irritazioni, cambiare prodotto avendo cura di sceglierne uno meno aggressivo. Se fallisse anche questo, l’ultimo baluardo resta l’henné, una tinta naturale che non provoca irritazioni e che ha, appunto, un effetto al 100% naturale.

Tingersi la barba in maniera ottimale

Scelto il prodotto, leggete bene e a fondo le istruzioni contenute all’interno della confezione. Per ottenere il risultato migliore si devono compiere tre passaggi: il primo, mescolare la tinta. Concedete più tempo a questa pratica in quanto il composto va reso cremoso abbastanza. Dopo aver fatto ciò, abbiate cura di applicarla su ogni punto della barba senza lasciare chiazze scoperte. Al termine della procedura risciacquare con acqua tiepida.

Prima di incominciare ovviamente, al fine di evitare eccessive macchie sulla pelle, si può applicare una crema bianca come la vaselina nelle zone delle guance, del collo, delle orecchie e in prossimità delle basette.

L’utilizzo della tintura da barba è quantomai semplice. Una volta preparata e diluita con un po’ d’acqua, potrete usare il pennello evitando, anche per questioni igieniche, il contatto tra la tinta, le mani e la pelle. Con l’ausilio del pennello potrete spalmare ovunque e senza trascurare alcun punto la tintura, da risciacquare subito dopo aver terminato questa pratica. Se seguite passo per passo la nostra guida, il risultato è garantito: avrete una barba bella e notevole.

Fonte immagine: Barba incolta

CONDIVIDI