Cura delle mani: 5 consigli pratici

cura mani
cura mani

Pelle secca e screpolata? In inverno è facile avere mani arrossate e screpolate, per questo è molto importante prendersene cura quotidianamente.

Come il viso, le mani sono tra le parti del corpo più esposte alle intemperie, al freddo, al vento e all’azione degli agenti atmosferici.

Per questo motivo, la redazione di Consigli Benessere ha raccolto alcuni suggerimenti per coccolare e proteggere la pelle delle mani.

Cura delle mani: cause della secchezza della pelle

La secchezza della pelle delle mani può essere cagionata da fattori esogeni ed endogeni.

Tra le cause più comuni della disidratazione della pelle delle mani annoveriamo le seguenti:

  • bassa umidità nella stanza;
  • l’influenza di fattori naturali (radiazione solare diretta, aria gelata, forte vento);
  • utilizzo frequente di detergenti sulla pelle delle mani (detersivo, soluzioni detergenti, ecc.);
  • reazioni allergiche;
  • malattie della pelle ereditarie;
  • cambiamenti di età nella pelle;
  • anemia;
  • carenza o scarso assorbimento di retinolo.

Cura delle mani: 5 consigli per proteggere la pelle

Ecco quali sono i 5 consigli utili per proteggere la pelle delle mani.

Utilizzare creme protettive

Per proteggere le mani, l’ideale è applicare una crema protettiva, così da prevenire la secchezza e difendere la pelle dalle aggressioni lasciando una sensazione di morbidezza.

Le creme migliori sono quelle a base di ingredienti naturali, come burro di karitè, aloe e olio d’argan.

Rinforzare le unghie

Le unghie come la pelle delle mani hanno bisogno di attenzione e di essere protette. Per farlo si può optare per trattamenti mirati come oli vegetali in grado di nutrirle, rinforzarle e donare loro elasticità.

Per rinforzare le unghie è necessario utilizzare l’aloe vera in gel e l’olio extravergine d’oliva, che una volta mescolati, possono essere imbevuti in un batuffolo di cotone idrofilo.

Per rinforzare le unghie è possibile utilizzare una maschera all’uovo e miele: questi due ingredienti insieme svolgono un’azione fortemente nutritiva ed emolliente.

Basta versate un cucchiaio di ciascuno di questi in una ciotola e aggiungere un cucchiaio di olio di oliva fino ad ottenere un composto omogeneo e poi applicatelo su ogni unghia.

Ristabilire il giusto equilibrio

Se la pelle delle mani appare evidentemente secca e disidratata è possibile ristabilire l’equilibrio utilizzando una pasta preparata con olio, miele e yogurt da lasciare in posa per 15 minuti.

Rimuovere lo smalto semipermanente dopo quattro settimane

La durata di ogni trattamento con smalto semipermanente è solitamente di quattro settimane, anche se dipende dalla velocità con cui crescono le proprie unghie.

Quindi è bene controllare che lo stesso smalto semipermanente non indebolisca troppo le unghie. Per questo, è bene rivolgersi ad una professionista, che può intervenire e rimuovere il prodotto. Dopo aver rimosso lo smalto semipermanente è buon consiglio fare una manicure.

Manicure curativa

La manicure curativa si differenzia da quelle estetica perché vengono trattati problemi come cuticole in eccesso, mani screpolate e callosità.

Grazie a questo tipo di trattamento non è solo quello di avere unghie perfettamente in ordine, ma anche una mano curata e proteggere la pelle.

(Fonte immagine: donnad.it)

CONDIVIDI