Curare doppie punte senza tagliare i capelli

cura doppie punte

Le doppie punte: un nemico spesso troppo presente nella vita di ogni donna. Si tratta di un’alterazione del fusto del capello, conosciuta anche come tricoptilosi, frequente in particolar modo nelle donne che portano capelli mediamente lunghi e folti. Questa alterazione si presenta nella parte finale dei capelli che appaiono così biforcuti.

Le cause delle doppie punte sono molteplici; in parte vanno ricercate in tutti quegli agenti, meccanici e no che, compromettendo l’integrità del fusto, lo rendono più debole e quindi più facilmente sottoposto a problemi; nella categoria degli aggressori non meccanici rientrano i raggi ultravioletti, l’inquinamento atmosferico, l’aria eccessivamente secca legata agli impianti di condizionamento, il cloro delle piscine, la salsedine marina, il vento e le temperature eccessivamente basse.

Come curare le doppie punte

Esistono diversi metodi per combattere le doppie punte senza tagliare i capelli. Si può ad esempio adottare la tecnica chiamata “Hair Dusting” che è in grado di eliminare le doppie punte senza intaccare la lunghezza della vostra chioma. Si tratta di un metodo che arriva direttamente dagli USA e riesce a tagliare via soltanto i capelli rovinati, salvando quelli sani. 

L’hair dusting ripulisce la chioma dalle antiestetiche doppie punte, in modo apparentemente molto semplice, ma è sempre consigliabile affidarsi ad un parrucchiere esperto per un risultato ottimale. Si procede sui capelli lisci e asciutti, in modo che le doppie punte risultino ben visibili. Il parrucchiere fa quindi scorrere le forbici su tutte le lunghezze, eliminando solo le punte rovinate. La lama della forbice catturerà le doppie punte che escono fuori, “spolverando” la chioma e liberandola dalle punte rovinate.

È anche possibile eliminare le doppie punte utilizzando correttamente la piastra. Si tratta di una speciale piastra chiamata “Split Ender” che elimina in pochi minuti le doppie punte. Tra i metodi più stravaganti per rimuovere le doppie punte, non potevamo non citare il metodo della candela.

Una tecnica che viene dal Brasile, che prende il nome di velaterapia, che funziona eccome. La chioma va divisa in piccole ciocche che vengono poi arrotolate su loro stesse. In questo modo le punte morte si posizioneranno all’esterno e verrà quindi fatta scorrere la fiamma della candela dall’alto verso il basso, su tutte le lunghezze.

CONDIVIDI