Guanto kessa: cos’è e come si usa

guanto kessa
guanto kessa

Che cos’è il guanto kessa? Come si usa? Il guanto kessa è un accessorio che consente di rigenerare la pelle del corpo.

Inoltre, consente di liberare i pori e di rimuovere le cellule morte per ottenere una pelle più giovane e più liscia, oltre che più morbida.

Il guanto kessa è in grado di rendere più luminosa la propria carnagione, consente di compattare la pelle, promuovere l’elasticità e aiuta ad eliminare le tossine nocive.

Scopri in questa guida di Consigli Benessere che cos’è e come si usa il guanto kessa, quanto dura e quando non usarlo.

Guanto kessa: che cos’è?

Il guanto kessa è realizzato con tessuto di alta qualità e può essere usato per esfoliare la pelle morta, le impurità e il grasso in eccesso.

È facile da usare ed è sicuro sulla pelle, per questo il guanto kessa è un valido alleato di bellezza per tutte quelle persone che desiderano avere una marcia in più per la cura della pelle.

Di origini marocchine veniva usato nelle hammam per sfogliare dolcemente la pelle e renderla più luminosa.

Il guanto kessa è realizzato con cellulosa d’origine vegetale e con filati di fibre naturali (seta o cotone).

La trama del guanto kessa è perfetta per lo scrub, perchè ha la capacità di levigare ed eliminare la pelle morta.

Guanto kessa: a cosa serve?

Il guanto kessa può essere utilizzato da tutte le persone che desiderano poter dare alla propria pelle una nuova salute.

Il guanto di kessa:

  • esfolia l’epidermide, favorendo il suo ricambio naturale,
  • elimina cellule morte, tossine ed impurità varie dalla cute,
  • riossigena i tessuti,
  • favorisce l’eliminazione di peli incarniti, punti neri e brufoli,
  • illumina la pelle e ne migliora il tono e l’elasticità,
  • combatte la ritenzione idrica,
  • previene l’invecchiamento prematuro della pelle,
  • lascia la pelle setosa,
  • stimola la circolazione del sangue,
  • deterge la pelle in profondità senza irritare.

Guanto kessa: quando non usarlo?

Il guanto kessa non deve essere utilizzato se si ha una pelle danneggiata dal sole a causa di una prolungata esposizione ai raggi solari.

Inoltre, non si deve utilizzare se si ha una pelle sottile, delicata o sensibile o se si sperimentando una reazione allergica.

Si sconsiglia l’utilizzo del guanto Kessa a tutte quelle persone che soffrono di un’infiammazione o un gonfiore della pelle.

Guanto kessa: quanto dura?

Si tratta di un accessorio piuttosto longevo nel tempo: già dopo il primo lavaggio, questo accessorio tende a restringersi di circa il 20%.

(Fonte immagine: gulpsalon.it)

 

 

CONDIVIDI