Quali sono le misure perfette per una donna?

1
quali-sono-le-misure-perfette-per-una-donna

90-60-90! E’ questa la formula con cui si è tentato di esprimere, secondo un rapporto numerico, le proporzioni della bellezza femminile. Tuttavia non si può considerare un valore assoluto perchè in ogni epoca cambiano i valori di riferimento e quindi anche i canoni estetici. In particolare il modello 90-60-90 riguardava soprattutto le star di Hollywod degli anni 50′, ad esempio Marilyn Monroe si può dire che incarnasse nel vero senso della parola questa formula. Tuttavia nel corso dei decenni sono andati affermandosi altre misure e riferimenti per la bellezza femminile.

Negli ultimi anni, soprattutto nell’ambito della moda, si è imposto sempre di più il modello della donna androgina con poche forme, quasi al limite dell’anoressia. La medicina estetica, provando ad andare oltre la relatività di ogni canone di bellezza, ha provato ad elaborare con una formula l’armonia che esprime la bellezza femminile.

Le misure perfette per una donna

  1. Statura. Dovrebbe essere compresa tra 1,60 e 1,70 per potersi definire regolare. Sotto l’1,60 si è considerate basse, sopra l’1,70 alte.

2. Riguardo al seno non bisogna tanto prestare attenzione al numero della taglia, quanto invece che sia ben proporzionato al resto del corpo. Ad esempio tale non è una donna che ha una figura magra ma un seno grande o invece è robusta di fisico ma col seno piccolo. In un modo o nell’altro importante è avere un seno sodo. Se poi proprio si desidera aumentare il seno lo si può fare in maniera totalmente naturale utilizzando creme specifiche come SenUp.

3. Girovita. Per misurarlo dovete stare i piedi e considerare la circonferenza all’altezza dell’ultima costola e poi la circonferenza dei fianchi all’altezza dei glutei. A questo punto potete dividere la circonferenza per quella dei fianchi. Se il valore risulta al di sopra di 0,8 e 0,9 allora sta ad indicare che avete qualche chilo di troppo.

4. Punto vita. Dovrebbe presentarsi equidistante da seno e fianchi. Il punto vita viene preso come un indicatore di salute. Le misure ideali sono 60 centimetri, se si superano gli 82 centimetri aumenta il rischio di incorrere in patologie cardiovascolari.

5. Gambe. Saranno proporzionate se la misura dal busto a terra tenderà più o meno a corrispondere a quella dal busto alla testa. Se il busto risulta più lungo delle gambe allora queste ultime risulteranno corte, verranno considerate lunghe se invece avranno una misura superiore rispetto a quella del busto.

PANORAMICA RECENSIONE
Quali sono le misure perfette per una donna?
CONDIVIDI

1 COMMENTO

  1. Dissento parzialmente, anche se in generale è giusto, ci possono essere delle linee guida, ma i canoni sono cambiati molto con le varie culture. In alcune viene o veniva celebrata la grassezza. Lo testimoniano la Venere di Willendorf, poi il pittore fiammingo del 500 Rubens. Duhrer. Fortunatamente oggi i gusti variano, ad alcuni piacerà la filiforme, ad altri quella più pienotta. Vale penso anche per gli uomini, ad alcune piace quello stile Visual Kei o anime, quindi molto magro e delicato, per dire. E mai dimenticare la personalità e sicurezza. Ma questo non contraddice in fondo l’articolo, solo che non le trovo misure “perfette”.

LASCIA UN COMMENTO