Acido ialuronico: cos’è e a cosa serve per il nostro organismo?

L’acido ialuronico è una sostanza che il nostro organismo produce naturalmente, e che naturalmente va ad idratare pelle e proteggere i tessuti. Si tratta di un acido presente in molti animali e batteri, uno dei principali componenti del tessuto connettivo.

Di scoperta recente (anni ’70), fino a pochi anni fa veniva estratto semplicemente da animali come il gallo. Oggi invece l’acido ialuronico di origine aviaria è affiancato da quello estratto da particolari batteri. Moderne tecniche di produzione consentono infatti di sintetizzare diversi tipi di acido con caratteristiche differenti. Oggi, nel nostro spazio, lo scopriamo meglio.

A cosa serve l’acido ialuronico?

Nel nostro corpo questo acido ha un ruolo fondamentale nella composizione del tessuto connettivo, dal momento che esso è implicato nel mantenimento dell’idratazione, turgidità, viscosità e plasticità. In parole povere l’acido ialuronico costituisce una sorta di impalcatura che consente al tessuto di mantenere il suo tono e grazie alle proprie capacità di trattenere acqua, è la miglior garanzia per l’idratazione cutanea.

La presenza di questo acido ialuronico protegge anche dalla permeazione di virus e batteri in quanto agisce come una sorta di filtro. Infine ha delle proprietà notevoli anche per le cicatrici, antinfiammatorie. La sua particolare struttura chimica e le peculiari e numerosissime proprietà dell’acido ialuronico lo rendono particolarmente utile sia in campo medico sia in campo estetico. La sua capacità di legare acqua ed altre sostanze dà benefici per la cute e le articolazioni. Viene ricavato in laboratorio e se si escludono isolati casi di ipersensibilità alla sostanza, non ha controindicazioni o di effetti collaterali.

L’acido ialuronico e le rughe

L’acido ialuronico è fondamentale per il derma. Grazie alle sue proprietà conferisce alla pelle classiche caratteristiche di elasticità e morbidezza. La concentrazione all’intero del tessuto connettivo cutaneo tende tuttavia a diminuire con l’avanzare dell’età. Se da un lato questo decremento è tra i principali responsabili dell’invecchiamento cutaneo, dall’altro iniezioni di acido ialuronico consente di riattivare le pelli mature poiché va a stimolare la funzionalità cellulare, donando alla pelle compattezza e lucidità perdute. Tale sostanza per questi motivi è utilizzata con successo in campo estetico e dermatologico.

Particolare importanza ha acquisito negli anni il trattamento a base di collagene ed acido ialuronico, oggi alla base dei filler, tutti quei trattamenti utilizzati per colmare e spianare le rughe del viso. Uno dei compiti del medico è quello di iniettare, con un piccolissimo ago, l’acido al di sottò delle rughe da trattare. L’effetto riempitivo è variabile, spesso dipendente dal tipo di pelle e dalla qualità/quantità di acido ialuronico utilizzato.

Fonte immagine: Bioformula

CONDIVIDI