Acquagym: benefici e controindicazioni

acquagym

Se siamo intenzionati a mantenerci in forma e siamo alla ricerca di un’attività che permette di ottenere ottimi risultati e, anche visibili, tra le tante discipline dobbiamo certamente prendere in considerazione l’acquagym. Oltre ad essere molto divertente, in quanto svolta a ritmo di musica, è un ottimo rimedio contro la stanchezza fisica e lo stress. L’acquagym altro non è che una disciplina di rassodamento muscolare praticata in acqua, sia a corpo libero che mediante l’uso di diversi attrezzi specifici. In sostanza questa disciplina consiste nell’esecuzione dei classici esercizi che molti di noi conoscono già se hanno frequentato almeno un po’ le palestre solo che vengono svolti in acqua. Di questa disciplina ci siamo occupati piuttosto ampiamente, da ciò che cosa indossare prima della lezione, a ciò che bisogna mangiare, fino ad arrivare ai consigli in caso di ciclo mestruale.

L’acquagym è una disciplina che permette di massaggiare costantemente i cuscinetti di grasso, tanto che la pelle fin dalla prima lezione appare già più liscia e levigata, anche se per vedere i primi risultati ci vorrà qualche mese. Iniziamo con il ricordare che, secondo alcune ricerche, l’unione tra l’esercizio fisico e l’acqua risale già all’epoca degli antichi romani, quando era possibile effettuare esercizi mirati nelle vasche riempite con acqua fredda o calda.

Molti sono i benefici dell’acquagym. Per prima cosa, essendo un’attività svolta in acqua, permette di tonificare il corpo uniformemente in quanto vengono impiegati tutti i muscoli del corpo. Anche se non ce se ne rende conto, si bruciano molte calorie favorendo, così, il dimagrimento. Tra i tanti benefici non possiamo non ricordare che, questa attività, aiuta, anche, a migliorare la circolazione del sangue. L’acquagym, inoltre, permette di contrastare la cellulite, il più grande incubo estetico di ogni donna.

Proprio perché effettuata in acqua, non prevede particolari controindicazioni. Anzi, l’acquagym è adatta sia alle persone giovani che a quelle più avanzate con l’età. Inoltre, chi è in sovrappeso, grazie alla presenza dell’acqua, non avverte nessun tipo di fatica e riesce a non sforzare eccessivamente le sue articolazioni. Le donne in stato interessante, le persone anziane o quelle che devono effettuare un percorso fisico-riabilitativo sono invogliate da questa disciplina.

Chiaramente ci teniamo a ricordare che, come tutte le altre attività fisiche, l’acquagym non fa miracoli e per ottenere un risultato duraturo e, soprattutto, evidente si dovrebbe praticare in modo costante, almeno due o tre volte alla settimana con sessioni da 30 minuti ciascuna. Insomma, non vi resta che provare!

Fonte immagine: semplicementecurvy.it

PANORAMICA RECENSIONE
Acquagym: benefici e controindicazioni
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO