Anziani: guida pratica alla loro indipendenza domestica

bagno dipendenza domestica disabili

Ogni anno la speranza di vita aumenta, e il nostro Paese invecchia. Nel 2020 l’età media delle persone è molto alta, si vive sempre più a lungo e la percentuale di anzianità in Italia è in continua crescita. Se, da una parte, questa è una grande risorsa per il nostro Paese, dall’altra gli italiani dovrebbero imparare a prendersi maggior cura delle persone anziane.

Ma tra deambulatori e carrozzine, vari tipi di montascale, ausili per la sicurezza e servizi pensati appositamente per superare le loro difficoltà, sono molte le soluzioni che si possono adottare per rendere la loro vita più semplice, sicura e felice. Scopriamo insieme alcuni suggerimenti pensati per aumentare o preservare l’autonomia domestica di chi ha qualche anno in più.

Quando costretti ad una vita solitaria, nonni, genitori e bisnonni vivono spesso situazioni infelici, proprio nel momento in cui si dovrebbe avere maggiormente a cuore il loro destino. Aver cura di loro è nostro dovere: sebbene non sempre la vita moderna ci permetta di dedicar loro il tempo e le attenzioni che meriterebbero, esistono alcune semplici soluzioni per garantire agli anziani rimasti soli in casa almeno la necessaria autonomia domestica che possa garantire una qualità della vita soddisfacente e adeguata all’età avanzata.

La casa come un rifugio sicuro

Non c’è nulla di più difficile e desolante che ritrovarsi a vivere in un luogo che non trasmette un senso di sicurezza, comodità e benessere: sentirsi a disagio tra le proprie mura domestiche è uno dei problemi che pesano di più sulla qualità della via di una persona anziana. La casa è il luogo più importante nello svolgimento delle attività quotidiane, specialmente quando – con il sopravanzare dell’età – si tende a trascorrere molto tempo nella propria abitazione. 

Per un anziano, però, alcuni ambienti domestici possono diventare vere e proprie trappole. Il pavimento scivoloso del bagno, la dispensa troppo alta in cucina, le scale tra un ambiente e l’altro della casa, tappeti e ostacoli sul pavimento, dislivelli del pavimento e mobili sporgenti: sono tante le difficoltà che si devono affrontare, quando si risente di una mobilità ridotta, di problemi di deambulazione o di equilibrio.

Il primo consiglio è quindi quello di fare un piccolo sforzo di immaginazione, di mettersi nei panni del familiare anziano e di ricreare le condizioni di vita quotidiana a cui egli è giornalmente sottoposto: quali difficoltà si trova davanti al risveglio? È in grado di preparare autonomamente i propri pasti in una cucina sicura e senza rischi per la propria salute? Di cosa ha bisogno per spostarsi in autonomia da una stanza all’altra dell’abitazione? Ci sono spazi all’aperto che la persona anziana può utilizzare per vivere in sicurezza anche al di fuori delle mura domestiche? Se sì, è garantita la sua sicurezza anche in giardino o in terrazzo?

Qualora emergessero problematiche che coinvolgono vari ambienti della casa o varie situazioni, è il momento di porvi rimedio al più presto. Ecco dunque alcuni suggerimenti per assicurargli l’indispensabile autonomia, da riformulare ed adattare a seconda delle proprie esigenze.

Garantire ambienti luminosi o ben illuminati artificialmente

Fate in modo che la situazione ambientale non peggiori eventuali problemi di vista a cui molto spesso gli anziani sono sottoposti. A volte, è sufficiente cambiare il sistema di tapparelle (sostituendo ad esempio quelle ad avvolgimento manuale con persiane automatiche) o le tende, in questo modo è possibile avere spazi più accessibili e luminosi. Lampade e lampadari devono essere numerosi e posizionati accuratamente. Pensate anche a un sistema di illuminazione notturna, utile qualora debba andare più volte in bagno nel corso della notte.

Eliminare dislivelli nel terreno

Che sia in casa o in giardino, cercate di semplificare al massimo il percorso che l’anziano svolge nelle proprie azioni quotidiane. Facilitate l’accesso a porte e finestre, evidenziate i gradini e applicate dei corrimano; se il dislivello è troppo difficoltoso per le sue capacità motorie, ricorrete all’installazione di un montascale. 

Prevenite le cadute

Fate in modo che il pavimento sia sgombro da tappeti, tappetini o oggetti che possono essere motivo di inciampo; procurategli scarpe e calzature antiscivolo, anche e soprattutto per stare in casa. Se ci sono zone in pendenza, applicate delle strisce per favorire l’aderenza e controllate che sia sempre disponibile un punto d’appoggio dove può aggrapparsi per mantenere l’equilibrio e muoversi con maggior sicurezza.

Studiate un bagno veramente accessibile.

Il bagno è un luogo molto delicato per la loro autonomia, e necessita di attenzioni particolari. Esistono sanitari studiati appositamente per favorire i movimenti delle persone con ridotta mobilità, lavandini e armadietti comodi e semplici da usare, vasche e docce che semplificano l’igiene quotidiana. 

Ricordate infine che l’attività fisica leggera, quando possibile, è di grande aiuto alla salute degli anziani: creare un ambiente che stimoli il movimento ha notevoli effetti non solo sul benessere fisico, ma anche sull’ autostima, contribuendo a migliorare l’umore e la qualità di vita. 

CONDIVIDI