Banana: uno scudo contro l’influenza e non solo

La banana è uno dei cibi più noti e maggiormente graditi in tutto il mondo. Onnipresente su ogni tavola che si rispetti, questo frutto è di gran lunga il più amato, soprattutto per gli sportivi, grazie al grande valore nutriente, energetico e calorico. Ma la banana può avere anche altri benefici e per di più disparati.

In questo spazio ci dedicheremo a rispondere su alcune domande relative alle banane e approfondiremo uno studio che dimostra come questo frutto sia un ottimo scudo contro malanni dell’influenza, più altri come diarrea o reflussi.

Contro la diarrea

Contro la diarrea, la banana è uno dei migliori e più efficaci deterrenti. Difatti, le proprietà benefiche del frutto sono un toccasana per l’intestino, scombussolato da vari malanni. Contro la diarrea la banana, molte volte, è la soluzione migliore.

Difatti il frutto contribuisce al reintegro, nell’organismo, dei sali minerali espulsi a causa della diarrea. Inoltre la stessa banana ha grande capacità di assorbimento di quei liquidi che, nell’intestino, infastidiscono l’equilibrio del corpo. Non risolve del tutto il fastidio, ma riduce di gran lunga il disturbo, favorendo il transito intestinale e contribuendo alla regolarità quotidiana.

Contro il reflusso

Si sa che contro il reflusso l’alimentazione è sicuramente parte fondamentale di una eventuale cura: molti cibi stimolano la produzione delle secrezioni gastriche, aumentando i disturbi. Per cui mangiare cibi poco grassi è la prima regola. Cosa può fare la banana?

Nella scala pH che va da 0 (acido) a 14 (basico), la banana ha valore cinque, per cui è considerato un cibo moderatamente acido. Da sola rappresenta già di per sé un rimedio naturale contro l’ulcera peptica, poiché va ad agire beneficamente sulle pareti dello stomaco, contrastando con l’aggressività dei succhi gastrici. Per cui in un regime alimentare per la cura o l’attenuazione del reflusso esofageo, la banana è consigliabile.

Contro l’influenza

Ora, con il Coronavirus che ha sovvertito più di una logica, la preoccupazione di molti è sulle future influenze di stagione che sicuramente, presto o tardi, si paleseranno. E udite, udite: con problemi influenzali, il cibo che assolutamente non può mancare è proprio la banana.

La divisione delle malattie infettive del Michigan Medicine (USA) ha dimostrato infatti che un composto ingegnerizzato su una lectina di banana, la cui proteina ha nomenclatura H84T, ha un grande potenziale, a livello clinico, contro l’influenza stagionale.

Lo studio, pubblicato su Cell, è stato condotto su un campione di topi: è emerso che l’80% delle cavie esposte a forme di influenza spesso mortale è sopravvissuta ricevendo iniezione della proteina contenuta nella banana. Significa, cioè, che questa proteina blocca la capacità del virus influenzale di fondersi con le strutture endosomi nella cellula umana.

Fonte immagine: Italia che cambia

CONDIVIDI