Cervicalgia: cos’è, sintomi e rimedi

cervicalgia

Nel linguaggio comune si indica con il termine cervicale il dolore localizzato nella parte posteriore del collo: si tratta di uno dei disturbi osteoarticolari che colpisce soprattutto gli adulti già a partire dai 25 anni di età.

Il picco dei pazienti affetti da questo disturbo si concentra nella fascia d’età compresa tra i 40 ed i 60 anni e sembra che colpisca maggiormente le donne. La cervicale si manifesta con un dolore più o meno intenso localizzato dietro il collo, ma si irradia su tutte le spalle e gli arti superiori. Ciò provoca dolori intensi e rende difficoltosi i movimenti a causa dei formicolii e dei crampi muscolari alle spalle ed agli arti superiori.

La cervicalgia comporta fastidi alla struttura ossea determinati dall’artrosi e dall’infiammazione alla struttura muscolare. I legamenti del collo, delle spalle e dei nervi cervicali sono le parti del corpo che risultano essere maggiormente colpite ed interessate dal disturbo. Tra i principali sintomi della cervicale si annoverano i seguenti: mal di testa, nausea, vomito, vertigini, disturbi della vista e dell’udito, perdita di appetito e tremori.

Cervicale: quali sono le cause e i fattori di rischio?

La cervicalgia può essere provocata da una molteplicità di cause che possono essere di natura assai diversa: errato stile di vita, spossatezza, strappi muscolari, stress abnormi alla colonna vertebrale, artrosi cervicale ed alterazioni genetiche.

Tra i fattori di rischio che possono comportare un maggiore rischio di insorgenza della cervicale:

  • sedentarietà
  • scarsa attività fisica e motoria
  • mancanza di esercizio fisico strutturato
  • sollevamento dei pesi
  • mantenimento di posture errate, sia durante il giorno sia durante il sonno.

Cuscino per cervicale: come dormire meglio per combattere la cervicalgia

Per combattere quel fastidioso e diffuso dolore al collo è buon consiglio acquistare prima di tutto un cuscino ortocervicale che aiuti a correggere le scorrette abitudini di vita.

Acquistare cuscini per cervicale è il modo migliore per curarla e prevenirla: in commercio si possono acquistare i guanciali ortocervicali in memory foam che risultano essere i migliori per combattere i dolori al collo.

Ci sono rimedi per combattere la cervicale? Correggere questi comportamenti scorretti comporta la possibilità di ridurre la probabilità di soffrire di cervicalgia e di sviluppare i dolori e la comparsa dell’artrosi cervicale.

Praticare regolarmente sia attività fisica in generale sia esercizi mirati per collo, spalle e braccia aiuta a rimediare ai dolori che possono manifestarsi con l’avanzare dell’età.

Uno dei rimedi per combattere la cervicale è migliorare la propria postura durante il riposo notturno: tutti gli studi e ricerche scientifiche hanno validato la tesi che l’utilizzo del guanciale per cervicale aiuta ad alleviare questo dolore e, in molti casi, lo previene addirittura.

Infatti, anche per le persone che non praticano sport a livello agonistico ma solo saltuariamente, i cuscini possono essere molto utili per dormire meglio. In particolare, il cuscino ortocervicale in Memory Foam è la migliore soluzione per rimediare e prevenire la comparsa dei dolori cervicali.

Si tratta di un guanciale la cui composizione interna è realizzata in blocco unico di schiumato in Memory Foam con rivestimento sfoderabile e lavabile in lavatrice a 30°C che impedisce la compressione della zona del collo e delle spalle favorendo un profondo relax.

Il cuscino ortocervicale accoglie il peso della testa ed asseconda ogni movimento senza comprimerlo. Il guanciale ortocervicale memory foam viene realizzato mediante un processo di schiumatura all’interno di uno stampo preformato.

È ideale per rimediare alla cervicale in quanto è ergonomico: i suoi materiali consentono di alleviare le tensioni ed i dolori muscolari. Si tratta di un prodotto che non si deforma ed è traspirante.

Fonte immagine: carlovalvano.it

PANORAMICA RECENSIONE
Cervicalgia: cos'è, sintomi e rimedi
CONDIVIDI