Cosa sapere prima di diventare vegetariano

diventare vegetariani
diventare vegetariani

Rispondiamo ad un quesito posto da un lettore di Consigli Benessere:

Salve vorrei cambiare alimentazione, diventare vegetariano, ma cosa posso mangiare al posto di carne? Quali sono le buone regole per diventare vegetariani?”.

Il vegetarianismo designa, nell’ambito della nutrizione umana, un insieme di diverse pratiche alimentari, accomunate dalla limitazione o dall’esclusione di parte o del totale degli alimenti di origine animale.

Si tratta di un regime alimentare che raccomanda un’abituale, assoluta astensione dei prodotti carnei o ittici in base a presupposti o dettami di natura etica, religiosa, igienica.

Prima di diventare vegetariani è bene seguire i seguenti utili consigli per assicurarsi un fabbisogno dietetico adeguato.

Diventare vegetariano, ecco cosa sapere!

Scegliere di diventare vegetariani può non essere una decisione facile da mettere in pratica: bisogna sapere prima quali cibi e abitudini alimentari inserire nel proprio regime quotidiano per avere una dieta equilibrata.

La dieta vegetariana viene spesso intesa come un regime alimentare semplice, privo di prodotti di origine animale.

Verdure

La dieta vegetariana ammette il consumo di foglie, fiori, bacche, tuberi, biologici e di stagione.

È meglio consumarli crudi in sfiziose insalate, sformati, pinzimoni, ortaggi all’agro e verdure saltate. Si possono servire cruditè ad inizio pasto e verdure cotte come contorno.

Cereali: quali sono ammessi?

La dieta vegetariana ammette il consumo dei seguenti cereali: farro, kamut, avena, segale, grano saraceno, miglio, riso, mais, quinoa, amaranto.

Si possono consumare cereali per la colazione, come primo piatto a pranzo o cena.

I cereali possono accompagnare verdure o derivati proteici, muesli, fette biscottate, biscotti e altri prodotti da forno

Diventare vegetariani: sono ammessi latte, derivati e uova?

Il vegetarismo ammette il consumo del latte di tutti i tipi, formaggi in tutte le varietà, sia a pasta molle che dura con cadenza di due volte a settimana.

Diventare vegetariani: sì ai legumi

I vegetariani ammettono il consumo di legumi tra cui ceci, fagioli, lenticchie, piselli e fave durante i pasti principali, in piccole quantità anche tutti i giorni.

Diventare vegetariani: si possono consumare derivati proteici della soia e del grano?

Seguire la dieta vegetariana significa anche consumare derivati proteici della soia e del grano tra cui: seitan, tofu, tempeh, burger, affettati, wurstel come secondi piatti o ingredienti di piatti unici.

Diventare vegetariani: semi oleaginosi

I vegetariani consumano semi oleaginosi tra cui: noci e nocciole, semi di lino, semi di chia, di girasole durante i pasti principali, in piccole quantità anche tutti i giorni e agli spuntini e per colazione.

(Fonte immagine: conoscenzealconfine.it)

 

CONDIVIDI