Durian: cos’è e benefici

Durian

Il Durian, o Durione, è il frutto della Durio zibethinus L., una pianta tropicale appartenente alla famiglia delle Malvaceae, originaria della Malesia e Indonesia. Noto per le sue grandi dimensioni, l’aspetto spinoso e il suo odore sgradevole (simile a quello emanato da un cassonetto dell’immodizia), il Durian è sempre più presente sulle tavole di tutto il mondo. Se non avete mai sentito nominare questo frutto esotico e desiderate conoscerne le proprietà e benefici, proseguite con la lettura di questo articolo. Nei prossimi paragrafi parleremo dei suoi valori nutrizionali, caratteristiche e virtù benefiche.

Quali sono i valori nutrizionali del Durian?

Il Durian è stato soprannominato super food per via dei suoi interessanti valori nutrizionali. Il contenuto calorico della sua polpa è pari a 147 calorie per 100 grammi di prodotto. Qui di seguito la tabella dei valori nutrizionali in ordine decrescente:

Proteine: 1,47 g
Grassi: 5,33 g
Carboidrati: 27,09 g
Fibra: 3,8 g
Vitamina C: 19,7 mg
Niacina: 1,074 mg
Tiamina: 0,374 mg
piridossina: 0,316 mg
acido pantotenico: 0,230 mg
Riboflavina: 0,200 mg
Folati: 36 µg
Vitamina K: 3,5 µg
Vitamina A: 44 UI
Potassio: 436 mg
Fosforo: 39 mg
Magnesio: 30 mg
Calcio: 6 mg
Sodio: 2 mg
Ferro: 0,43 mg
Manganese: 0,325 mg
Zinco: 0,28 mg
Rame: 0,207 mg.

Quali sono le virtù benefiche del Durian?

Il Durian vanta un elevato quantitativo di vitamine, sali minerali e antiossidanti fondamentali per il benessere del nostro organismo. Tra questi annoveriamo l’alfa-carotene (6 µg in 100 g) e il beta-carotene, che proteggono il nostro organismo dagli effetti nocivi dei radicali liberi e permettono alle ossa di crescere in modo omogeneo. La polpa del Durian possiede inoltre un’elevato contenuto di vitamina C, preziosa alleata per la salute della vista e della cute. La presenza di potassio, fosforo e magnesio conferiscono a questo frutto tropicale uno straordinario potere energizzante ideale per gli atleti e gli sportivi: aiuta a far il pieno di sali minerali, vitamine e antiossidanti che contrastano la fatica, la spossatezza, la disidratazione e prevengono l’abbassamento dei livelli di glucosio nel sangue. Infine il Durian vanta un’interessante percentuale di triptofano, il precursore della serotonina che contrasta i disturbi del sonno e la depressione.

Qual è il sapore del Durian?

La maggior parte dei consumatori descrive il sapore del Durian come aspro, dolciastro e nauseante. La sua polpa è morbida, di una nota cromatica tendente al giallo scuro e la sua consistenza è lievemente burrosa e oleosa. Come già sottolineato nei precedenti paragrafi, il suo odore è estremamente rivoltante e insopportabile.

Come si consuma il Durian?

Del Durian è possibile consumarne la polpa fresca o cotta. La polpa si ricava svuotando il frutto e lasciando soltanto la buccia (esattamente come avviene per altri frutti similari quali la papaya o il mango). Se acerbo, il Durian può essere cotto ed essere utilizzato in varie ricette culinarie, ad esempio dolci, marmellate e succhi di frutta. Qualche esempio? La crostata con confettura di Durian, la cheesecake, i pancake, le crêpes, i muffin, i soufflé, la panna cotta, il gelato, i bignè e persino il tiramisù.

Dove è possibile acquistare il Durian?

Questo frutto esotico non è molto facile da reperire in commercio. Sebbene sia uno dei super fruit più richiesti a livello internazionale, in Italia non è molto conosciuto ed è possibile acquistarlo solo esclusivamente online, in versione surgelata e liofilizzata. Se desiderate trovare il Durian nella vostra città, vi consigliamo di provare nei negozi etnici e nei market di cibo biologico che commercializzano frutta tropicale proveniente da vaste zone del mondo.

Quanto costa il Durian?

Trattandosi di un frutto poco diffuso proveniente dalla lontana Malesia e Indonesia, il Durian ha un costo elevato rispetto alla comune frutta di stagione. Una confezione di Durian che pesa tra i 300 e 400 grammi costa infatti più di 16 €. L’importo in ogni caso è correlato al peso del frutto.

 

Potrebbe interessarvi anche: Lucuma: cos’è e quali sono i benefici?

 

(Fonte immagine: Pixabay)
CONDIVIDI