L’acqua alla base dell’alimentazione: perché è importante bere

Acqua

Molto spesso data per scontata, l’acqua è senza giri di parole o metafore, realmente il bene più prezioso dell’uomo. Ne siamo circondati, è alla base del nostro corpo ed è probabilmente indispensabile alla nostra sopravvivenza. Della serie si può vivere senza mangiare ma non senza bere. L’acqua è fondamentale, necessaria. Ed è alla base dell’alimentazione.

Qui dedicheremo all’amatissima acqua un approfondimento, specificando quanti millilitri dovrebbero essere assunti al giorno da un uomo e perché è così importante bere.

Bere è sempre più importante

Bere in maniera adeguata garantisce una serie di benefici. Anzitutto favorisce l’eliminazione delle sostanze di rifiuto dall’organismo, perché va ad aumentate l’escrezione di urina e sudore. Favorisce ugualmente lo sviluppo dei muscoli per chi svolge attività fisica: questo perché il 75% della massa muscolare è composta di acqua, che va ad antagonizzare gli effetti catabolici del cortisolo.

Tra le altre cose l’acqua conferisce effetti propriamente “estetici”. Dà forma e rigidità ai tessuti, fa sì che si mantengano umide abbastanza le superfici del naso, degli occhi e delle orecchie. Favorisce una lubrificazione fondamentale per le articolazioni, in quanto produce liquido sinoviale.

Cosa bere

Appurati i benefici dell’acqua, passiamo ora ad approfondire gli aspetti legali alle bevande da consumare. Ovviamente bibite molto zuccherate vanno limitate, poiché agiscono drammaticamente sulla glicemia e riducono momentaneamente il senso di fame: sono alla base di ogni motivo di cattiva alimentazione, soprattutto nei bambini.

Anche però l’acqua in sé e per sé può creare problemi: un bicchiere di acqua fredda o ghiacciata, durante i pasti, può provocare problemi digestivi e vari dolori allo stomaco anche lontani da tavola. L’acqua, a questo punto, va consumata a temperatura ambiente, anche nei periodi più caldi dell’anno. Se consumata tiepida, l’acqua a prima mattina favorisce la peristalsi intestinale, quindi l’evacuazione contro la stitichezza.

Quanta acqua bere in un giorno

Generalmente si dovrebbe consumare, al giorno, una quantità di acqua compresa tra 1200 ml, corrispondenti a circa 6 bicchieri di acqua, e 2000 ml, ovverosia dieci bicchieri di acqua. Mediamente il consumo più indicato oscilla tra i 1500 e i 1600 ml.

Se si svolgono attività particolari, soprattutto dal punto di vista fisico, il consumo di acqua aumenta. Fare palestra, per esempio, genera calore e provoca sudore all’organismo. Il sudore, evaporando, sottrae calore al corpo in surriscaldamento. Ma anche in altri specifici momenti è opportuno aumentare le quantità di acqua. Ad esempio ad altitudini particolarmente elevate, laddove anche la respirazione va sotto sforzo.

Più in generale, quanto più aumenta la sudorazione, tanto più è importante bere. Quindi anche in periodi particolarmente caldi o in stagioni in cui la febbre dà il suo contributo.

Fonte immagine: Agenzia Dire

CONDIVIDI