L’artiglio del diavolo, un angelo per la vostra salute

artiglio del diavolo

Non fatevi mettere paura dal nome, non c’è niente di diabolico o di maligno. L’artiglio del diavolo è infatti una pianta officinale usatissima, in erboristeria, per creare preparati utili ad alleviare infiammazioni e dolori, tra cui possiamo citare il famoso gel all’artiglio del vialo.

Il suo nome scientifico è Harpagophytum procumbens, si tratta di una erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Pedaliaceae, originaria dell’Africa Meridionale, riconoscibile in particolar modo per i suoi fiori di colore violaceo.

Rampicante, presenta germogli che si originano da una radice tuberosa. Le foglie sono erette, carnose e lobate e dalle ascelle fogliari nascono fiori porpora. I frutti sono legnosi, frastagliati, muniti di spine uncinate, che ricordano appunto degli artigli. L’habitat originale dell’artiglio del diavolo è quello dell’altopiano sudafricano del Transvaal, nelle aree desertiche e di savana e le sue proprietà medicinali sono state scoperte proprio dalle tribù africane che lo usavano per trattare problemi digestivi, forme reumatiche, artriti e per ridurre la febbre.

Il nome di artiglio del diavolo è inoltre legato a due curiosità: la prima è che i frutti dotati di spine uncinate riescono, a volte, ad intrappolare piccoli animali, la seconda è che gli uomini che inavvertitamente la calpestano, entrando a contatto con i suoi uncini, saltano come indemoniati.

Proprietà artiglio del diavolo

Gli utilizzi dell’artiglio del diavolo riguardano soprattutto il mal di testa, il mal di schiena, i dolori cervicali, artrite e tendinite. Come rimedio naturale ed erboristico l’artiglio del diavolo ha proprietà antinfiammatorie e analgesiche. Si può usare In caso di febbre, come antipiretico, mentre i principi attivi della radice di artiglio del diavolo hanno proprietà antireumatiche molto efficaci.

Il gel all’artiglio del diavolo è consigliato anche come coadiuvante in caso di artrite reumatoide, reumatismo infiammatorio, sciatica, tendiniti e contusioni, ma anche per torcicollo e altri lievi dolori muscolari. L’estratto secco della radice di artiglio del diavolo è utile anche per eliminare l’acido urico, in caso di gotta.

Tra le altre virtù del gel c’è quello di scaturire una piacevole e duratura sensazione di calore, al fine di rilassare i muscoli stanchi e contratti o di scogliere le articolazioni. Ideale in caso distress, di freddo o movimenti improvvisi, è utilizzato soprattutto dagli sportivi, in fase di riscaldamento, o dagli anziani, per mantenere le funzioni articolatorie. Va applicato più volte al giorno ed è consigliato anche in caso di dolori osteo – articolari.

Controindicazioni artiglio del diavolo

L’uso interno di artiglio del diavolo può causare effetti collaterali per chi soffre di ulcere gastriche o duodenali e inoltre alcuni rimedi sono sconsigliati in caso di gravidanza o di allergie.

Il gel può anche causare irritazioni e arrossamenti dell’epidermide, quindi vi consigliamo di consultare sempre l’erborista o il vostro medico di fiducia prima di iniziare ad assumere i preparati derivati da questa pianta.

Fonte immagini: casaegiardino.it

CONDIVIDI