Mela cotogna: i benefici del frutto dimenticato

mela cotogna

Un frutto snobbato, una pianta trascurata. Eppure i benefici della mela cotogna sono veramente tanti e utilissimi per il nostro organismo.

Poco presente sulle nostre tavole, la mela cotogna fa parte della famiglia delle pomacee, ed è cugina di mela e pera. La sua origine è in Asia, ma oggi si coltiva in tutte le regioni d’Italia. Profumatissime, quando sono del tutto mature diventano di colore giallo.

Proprietà della mela cotogna

Il principio attivo più importante della mela cotogna è senza dubbio la pectina, una fibra alimentare solubile con proprietà gelatinizzanti, stabilizzanti e addensanti, che favorisce il controllo della glicemia e di colesterolo. Può essere quindi valutata come un rimedio nella prevenzione delle malattie cardiovascolari mentre l’elevato contenuto di pectina la rende un rimedio contro la stitichezza, favorendo la motilità intestinale. Ha inoltre qualità anti-infiammatorie su intestino e stomaco, favorisce la digestione ed è ricca di minerali, soprattutto potassio.

Se consumata cruda svolge un’azione astringente particolarmente utile in caso di vomito o diarrea, mentre agisce da pompiere tutto l’apparato digerente, aiutando anche in caso di colite. La polpa della mela cotogna è utile quando non si ha appetito, il suo acido malico favorisce la digestione, mentre i tannini rivestono la mucosa intestinale agendo da antisettico contro germi e batteri. Sono sempre i tannini ad agire, insieme alle sue fibre, per l’azione lassativa.

Antinfiammatorio naturale, il suo decotto è utile anche per mal di gola e tosse secca. Per prepararlo basta lavare e tagliare una mela cotogna, farla bollire per 10 minuti e infine aggiungere un po’ di miele per addolcire.

Questo frutto fa, dicevamo, bene al cuore visto che riduce l’assorbimento del colesterolo cattivo nel sangue e controlla i livelli di glicemia. Alleato dei diabetici, il potassio favorisce la regolarità del battito cardiaco. Grazie alla vitamina C, inoltre, la mela cotogna rinforza il sistema immunitario e combatte la stanchezza, risultando particolarmente utile nei periodi freddi, contro influenza e raffreddori vari.

A proposito di raffreddore: il succo di mela cotogna è utilissimo anche nel periodo post influenzale.

Altre proprietà della mela cotogna sono quella antiossidante (grazie all’acido caffeico, acido clorogenico e quercitina, che lo rendono un frutto nemico dell’invecchiamento), libera il corpo dalle tossine e previene le rughe. Sono un alleato della bellezza, contenendo mucillaggini che mantengono la pelle idratata. Infine è utile per i capelli, sotto forma di gel, per rimodellare la chioma o come antiforfora.

Fonte immagine: donna.fanpage.it

CONDIVIDI