Olio di rosa mosqueta: tutto sui suoi benefici

La Rosa Mosqueta (nota anche come hiprose) è un arbusto di rosa selvatica, che cresce nel Sud America, in particolare nella zona andina del Cile. L’olio essenziale è estratto dalla rosa mosqueta e contiene tantissimi acidi grassi polinsaturi.

Le sue eccellenti proprietà curative e di bellezza sulla pelle erano ben note già ai nativi del Cile, ma negli ultimi devenni numerose aziende farmaceutiche e cosmetiche hanno iniziato a utilizzare questo olio come uno dei principali ingredienti dei loro prodotti.

Scopriamo in questa guida quali sono i principali benefici dell’olio di rosa mosqueta.

#1. Riduce le rughe e ringiovanisce la pelle

L’olio di rosa mosqueta contiene carotenoidi, vitamina A, un’alta concentrazione di vitamina C (ben nota per le sue proprietà di ringiovanimento e di riparazione) e il 77% di acidi grassi essenziali (EFA), che sono di estrema importanza per favorire la rigenerazione del tessuto cutaneo.

Questi acidi grassi trattengono l’umidità, rendendo la nostra pelle più giovane, più sana e con una struttura più elastica.

Uno degli ingredienti principali dell’olio di rosa mosqueta è anche l’acido retinoico (vitamina A), che stimola il rinnovamento cellulare e favorisce la riparazione della pelle.

È utilizzato come ingrediente in molte creme anti-rughe e anti-invecchiamento prodotte da importanti case cosmetiche.

L’olio di rosa mosqueta ha incredibili proprietà ringiovanenti e ritarda i segni dell’invecchiamento precoce, rigenera la pelle e riduce le rughe e le linee sottili.

Può essere applicato direttamente sulla pelle o assunto per via orale sotto forma di capsule.

#2. Tratta efficacemente le cicatrici e le smagliature

Molti studi scientifici hanno dimostrato che l’olio di rosa mosqueta può efficacemente attenuare e trattare le cicatrici chirurgiche o accidentali, smagliature, bruciature e migliorare il loro colore.

Ha proprietà rigeneranti e cicatrizzanti ed è molto efficace nel riparare la struttura della pelle. Ha la capacità di sostituire tessuto cicatriziale fibroso.

Se applicato alle cicatrici post-operatorie non appena i punti sono stati rimossi, l’olio di rosa mosqueta può evitare la formazione di cicatrici cheloidi (grumi).

Migliora anche il colore e la consistenza delle bruciature, aiuta a rendere meno visibili le cicatrici da acne e aumenta l’elasticità della pelle.

L’olio di rosa mosqueta deve essere applicato 3 volte al giorno e massaggiato sulla pelle con movimenti circolari. I migliori risultati si usano ogni giorno per almeno 1-2 mesi.

#3. Migliora il tono della pelle, schiarisce la pigmentazione e protegge dai danni del sole

L’iperpigmentazione è causata da un’eccessiva quantità di melanina prodotta nel corpo. La rosa mosqueta stimola la pelle nel rigenerare nuove cellule, sostituendo quelle morte.

La rosa mosqueta costituisce un valido alleato per le ustioni ed è molto efficace nel riparare i danni alla pelle causati dalla sovraesposizione al sole e alla disidratazione.

Stimola la riparazione dei tessuti, uniforma la tonicità della pelle, ed è anche molto efficace nella prevenzione delle rughe sottili intorno agli occhi e alle labbra.

CONDIVIDI