Onicodistrofie e Onicomicosi: cosa sono e come curarle

onicodistrofia-o-onicomicosi

Onicodistrofie e onicomicosi sono patologie dell’unghia che possono comportare evidenti variazioni della struttura, della superficie, della colorazione e dello spessore dell’unghia stessa. Si tratta di “disturbi” che impattano negativamente sulle normali condizioni fisiologiche dell’unghia che, quando è sana appare forte e rosata.

Cosa sono le onicodistrofie e le onicomicosi? Quali sono i primi segnali che si manifestano quando le unghie si ammalano? Scopriamolo in questa guida dedicata.

Patologie dell’unghia: SOS Onicodistrofie e Onicomicosi

In vista dell’arrivo della nuova stagione estiva è importante prendersi cura delle unghie delle mani e dei piedi che devono apparire sane, forti e dalla tonalità cromatica rosata.

Diversi sono i fattori esogeni (traumi) ed endogeni (patologie) che possono impattare negativamente sulla salute e sull’aspetto dell’unghia. Per questo motivo, è assolutamente fondamentale prevenire e curare tutti i disturbi ungueali, tra cui l’onicodistrofia e l’onicomicosi. Scopriamo cosa sono e come curarle.

Onicodistrofia: impariamo a riconoscerla e a curarla

Come suggerisce la stessa etimologia del termine, l’onicodistrofia è una patologia che altera il trofismo dell’unghia, che subisce un cambiamento morfologico.

La causa più frequente è di origine traumatica: la lamina ungueale perde la sua consistenza e il suo aspetto naturale: ciò comporta una maggiore fragilità delle unghie che tendono a scheggiarsi, sfaldarsi e rompersi.

Il colore delle unghie si altera evidentemente: il rosa naturale perde la sua vivacità ed assume una tonalità giallo-grigiastra.

Quali sono le cause che determinano la comparsa dell’onicodistrofia? I fattori possono essere endogeni e/o esogeni:

  • carenza di sali minerali e vitamine utili per la costituzione e la buona salute dell’unghia
  • traumi o microtraumi che possono verificarsi durante lo svolgimento dell’attività sportiva
  • psoriasi delle unghie o della pelle e malattie della pelle

Come si manifesta l’onicodistrofia?

In caso di distrofia ungueale, la lamina ungueale perde il suo aspetto naturale e appare più fragile, tende a sfaldarsi ed a scheggiarsi, anche il colore è visibilmente alterato e la superficie appare “frastagliata”.

La patologia interessa sia le unghie delle mani sia quelle dei piedi, per questo è importante prestare la massima attenzione ai sintomi.

Onicomicosi: cos’è e quali sono le cause

La micosi delle unghie delle mani e dei piedi è una patologia di natura infettiva che incide negativamente sulla salute e sull’aspetto naturale della lamina ungueale. Si tratta di un’infezione causata da un fungo che colpisce una o più unghie.

Oltre ad essere un problema estetico, l’onicomicosi è una patologia infettiva che può diventare difficile e lunga da curare nel tempo.

I funghi, microrganismi normalmente presenti sul corpo umano, possono proliferare in ambienti caldo-umidi (palestra, piscina, etc.) ed aggredire l’organismo umano, cagionando patologie di natura infettiva come la micosi delle unghie.

Come si manifesta la micosi alle unghie?

Dal punto di vista della sintomatologia, la micosi delle unghie comporta:

  • la perdita della naturale tonalità cromatica delle unghie che diventano gialle, verdi o marroni
  • la perdita della loro forma naturale
  • un ispessimento atipico
  • la possibile comparsa di dolore e fastidio
  • la maggiore probabilità di “staccarsi” completamente dal letto ungueale (onicolisi) 

Onicomicosi e onicodistrofie: quali rimedi?

Per intervenire e rimediare opportunamente alle alterazioni delle unghie scegliendo un rimedio specifico per l’onicomicosi o per l’onicodistrofia, è importante rivolgersi al proprio medico curante, il quale prescriverà il rimedio più appropriato in base alla diagnosi fatta.

Il trattamento ed il ciclo di cura richiedono tempo: i farmaci favoriscono la crescita di una nuova unghia surrogando gradualmente quella infetta o affetta da distrofia.

Patologie delle unghie: come prevenire?

Per mantenere sane e curate le unghie dei piedi e delle mani, è importante prevenire l’eventuale comparsa di patologie quali onicodistrofie e onicomicosi.

Per prevenire le patologie delle unghie è bene evitare i traumi che potrebbero provocare malformazioni, alterare il normale percorso vascolare e sensoriale della matrice dell’unghia e portare alla crescita di unghie distrofiche.

Tutti i dermatologi consigliano ai pazienti, affetti da maggiori fattori di rischio, di indossare calzature idonee (evitare calzature eccessivamente compressive e non traspiranti) e prestare la massima attenzione all’igiene delle mani e dei piedi.

Tenere le unghie corte, asciutte e pulite, ricordarsi di asciugare accuratamente le mani e piedi, compresa la pelle tra le dita, dopo la doccia.

Massima attenzione e le giuste precauzioni devono essere assunte nel caso in cui si presentino specifiche condizioni che possono cagionare la comparsa di malattie infettive.

I funghi e i batteri possono penetrare in minuscoli tagli presenti sulla pelle ed aggredire l’organismo umano, sfruttando a proprio beneficio il calo delle difese immunitarie dell’ospite.

Per questo, è importante cercare di prevenire la comparsa di infezioni batteriche alle unghie delle mani e dei piedi prestando la massima attenzione a rafforzare le naturali difese immunitarie, assumendo probiotici se necessario.




PANORAMICA RECENSIONE
Onicodistrofie e Onicomicosi: cosa sono e come curarle
CONDIVIDI