Perché il sonno fa così bene per la salute?

Il sonno è di fondamentale importanza per la salute a trecentosessanta gradi. Spesso e volentieri però il sonno passa in secondo piano, complici gli affanni di una vita frenetica e senza sosta. Molti trascurano che il sonno stesso ha delle fasi che, se saltano, possono portare a varie complicazioni.

Augurandoci che nessuno salti più le ore di sonno, qui in questo spazio analizzeremo proprio l’importanza di un atto tanto semplice quanto importante per la vita e il corretto funzionamento del corpo. Andiamo!

Perché il sonno è importante per la salute?

Il sonno è più un momento di riposo per corpo e mente: quando si dorme, il corpo è a lavoro per ricostruire i muscoli vittime di affaticamento diurno ed elimina le scorie prodottesi nel cervello. Ma non solo: il sonno consente alla mente di rielaborare le esperienze importanti della giornata e le trasforma in ricordi. Il sonno, da questo punto di vista, è anche un regolatore di emozioni: non dormire, anche per una sola notte, aumenta la risposta ai sentimenti negativi del 60%.

Mancare l’appuntamento col sonno rende difficile, per tutto il corpo, regolare le funzioni essenziali come il controllo dell’appetito, il sistema immunitario, una buona funziona metabolica e la capacità di mantenere in limiti normali il proprio peso corporeo. Infine il sonno gioca un ruolo importante nella regolazione del ritmo circadiano, o orologio biologico.

Conseguenze negative del sonno sbagliato

Secondo alcune stime un terzo degli adulti, con due terzi degli adolescenti, dormono poco e male durante la notte. Non dormire abbastanza ha tuttavia delle conseguenze, molte delle quali parecchio dannose e ben lontane dalla semplice “stanchezza”. Se si è in carenza di sonno, il cervello va in affanno: le capacità cognitive, praticamente, risultano interamente danneggiate. Basti pensare che solo cinque ore di sonno a notte, per un periodo di tempo prolungato, determinano un abbassamento delle capacità cognitive esattamente pari all’assunzione di dosi consistenti di alcol.

Dormire poco aiuta a sviluppare malattie croniche: tra queste ricordiamo l’obesità e problemi cardiaci vari ma soprattutto il diabete, vero nemico del corpo umano. Pare inoltre che il fatto che nelle ore di sonno si ripulisca il cervello da scorie e placche nocive, la carenza dello stesso sonno si associa ad aumenti di possibilità di sviluppare malattie come l’Alzheimer.

CONDIVIDI