Quando operare l’alluce valgo

quando operare alluce valgo

Quando intervenire per operare l’alluce valgo? Cosa dicono gli esperti a tal proposito? Oggi, con l’evoluzione delle tecniche è meglio ricorrere ad un’operazione chirurgica mini-invasiva per risolvere il problema dell’alluce valgo il prima possibile.

È sempre necessario affrontare un intervento chirurgico per risolvere la famosa “cipolla” o sporgenza che appare sul primo dito del piede? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Alluce valgo: quando intervenire chirurgicamente?

L’Alluce valgo si deve sempre operare? Non è detto che la fastidiosa patologia dell’alluce valgo richieda sempre l’intervento di un chirurgo. Non esiste una valida risposta standardizzabile ma occorre diagnosticare la gravità patologica dato che l’alluce valgo può essere destinato ad evolvere in grandi deformità.

Prima di programmare una correzione ad hoc e prima che la deformità imponga scelte chirurgiche invasive, è importante prenotare una visita ortopedica per avere un quadro più preciso.

Tuttavia, esistono anche forme di lieve valgismo, che non lasciano presagire evoluzioni in gravi deformità funzionali: in questi casi, l’unico problema prioritario da risolvere riguarda l’estetica del piede, specie se si indossano sandali e scarpe che evidenziano la patologia dell’alluce valgo.

A chi rivolgersi per operare l’alluce valgo?

Si tratta solo di un problema estetico o funzionale? L’alluce valgo è una patologia ortopedica ed una deformazione del primo dito del piede che appare deviato lateralmente: tale deformità può evolvere in gravi forme ed iniziare a preoccupare il paziente.

Quando la “cipolla” (sporgenza) si fa sempre più evidente, è necessario rivolgersi ad un ortopedico per valutarne la gravità. Occorre eseguire una radiografia, un esame TAC o Risonanza Magnetica del piede, nel caso in cui si sospetti la coesistenza di altre patologie. Meglio operare ed intervenire precocemente prima che la “cipolla” che compare sul primo dito del piede possa degenerare. Anche se l’alluce valgo non presenta dolori ed è del tutto asintomatico, è meglio comunque intervenire mediante operazione mini-invasiva.

Grazie alle tecniche di ultima generazione, è bene affrontare l’intervento non appena l’alluce valgo inizia a fare pressione sulle altre dita: non occorre allarmarsi se la deviazione non è eccessiva. In questo caso, l’intervento risulterà semplificato e la correzione porterà a raggiungere i risultati auspicati.

Per affrontare il mini intervento chirurgico, l’età non riveste alcuna importanza: ci si può sottoporre ad un trattamento di intervento chirurgico a partire dai 14 anni di età ma l’importante è non soffrire di gravi problemi di salute che peggiorano il quadro clinico ed il rischio operatorio. Dunque, oggi con le innovative tecniche operatorie è meglio intervenire ed operare l’alluce valgo il prima possibile. In passato, prima di affrontare una dolorosa convalescenza, era sconsigliato operare l’alluce valgo.

Fonte immagine: inran.it

PANORAMICA RECENSIONE
Quando operare l'alluce valgo
CONDIVIDI