Rimedi naturali contro le punture di zanzara

Dopo aver parlato ampiamente delle punture d’ape, protagoniste autentiche di ogni estate, oggi spostiamo l’attenzione su altre punture ma ugualmente firmate da altre protagoniste della stagione estiva: le zanzare. Cominciando a sfatare un mito: le zanzare non pungono per nutrirsi, un po’ come le api.

Le zanzare anzitutto non pungono, ma succhiano, per un motivo tanto più naturale quanto estraneo alla logica umana: al fine di riprodursi. Il sangue che succhiano, in effetti, serve loro per portare a termine lo sviluppo delle uova. E generalmente a succhiare sono le zanzare femmine, che hanno bisogno di sangue di mammiferi. Fatta questa doverosa precisazione, passiamo ora in rassegna qualche rimedio naturale per tenere lontane le zanzare.

Rimedi naturali contro le punture di zanzara

Le zanzare, nel periodo estivo, sono particolarmente aggressive. Soprattutto la categoria “tigre” di questo insetto, molto diffusa nelle zone industriali, urbane ed extraurbane. Quasi sempre, al di là della zanzara che succhia, l’immediato effetto è il prurito, che può sfociare in altro in caso di allergie.

Se non avete zanzariere, occorre proteggersi in qualche modo. Sempre meglio evitare il morso di una zanzara ma nel caso in cui sia impossibile, o difficile, ci si può attrezzare a dovere e contrastare in poche, semplici mosse, peraltro fai da te.

Esistono tanti rimedi naturali contro la puntura di zanzara, in molto casi simili a quelli consigliati per le api. Il bicarbonato, ovviamente, il miele, il sale, il limone, l’aloe vera ma non solo. Spesso per le zanzare vengono utilizzati con successo sia il semplice ghiaccio, sia la buccia di banana. Una volta accertata la puntura, basta applicare un impacco di acqua freddo e ghiaccio così da alleviare il dolore. Tutto ciò che c’è da fare è avvolgere il ghiaccio in un panno. Non serve ricoprirlo direttamente sulla pelle, poiché farlo potrebbe portare a bruciature da freddo. La banana, invece, con la sua buccia può agire con efficacia se strofinata sulla porzione di pelle spesso invasa da “succhiate” di zanzara.

Altri rimedi naturali sono rappresentati dalle tante piante, parecchio belle anche per esposizione, regolarmente acquistabili dal fioraio. Si tratta di piante che, in questo caso, eliminano il problema alla radice, evitando a priori il possibile morso di zanzara. Messe fuori al balcone o alla terrazza o alla porta, la loro azione è quanto di più efficace ci possa essere per allontanare le zanzare. Stiamo parlando della classica citronella, immancabile in ogni serata estiva ma anche di altre piante e fiori: la calendula, per esempio, la lavanda e l’eucalipto offrono le migliori e più efficaci soluzioni contro le fastidiosissime, ma non per questo tanto pericolose, zanzare.

Fonte immagine: daBitonto

CONDIVIDI