Rosmarino: non solo cucina, ma anche benefici e proprietà

rosmarino

Quante volte avete usato il rosmarino in cucina senza sapere quanti e quali fossero i suoi benefici? Oppure quante volte lo avete visto e annusato in campagna, pensando solo a quanto potesse stare bene sulla carne o sulle patate? Da oggi, dopo la lettura di questa scheda, non guarderete più il rosmarino con gli stessi occhi.

Arbusto aromatico, nome scientifico rosmarinus officinalis, l’etimologia del suo nome deriva dal latino e sta a significare “rugiada di mare”, per il colore dei suoi fiori e quello delle onde marine.

Proprietà del rosmarino

rosmarino proprietà

Noto soprattutto per le sue particolarità aromatiche, l’uso del rosmarino è antichissimo e mette le radici all’alba dei tempi della civiltà umana. Utilizzato come ornamento per le cerimonie, sia pubbliche che private, poteva essere anche un valido antisettico: in caso di malattie epidemiche, come ad esempio la peste, veniva usato per purificare l’aria, appeso negli spazi interni delle abitazioni o degli edifici pubblici.

Il primo, grande, binomio di cui vi vogliamo parlare, per quanto riguarda le proprietà terapeutiche, è quello tra rosmarino e memoria. Notevoli, infatti, sono i benefici che questa pianta porta alle attività cerebrali e nervose del nostro organismo. Il rosmarino è infatti considerato un prodotto anti invecchiamento: una caratteristica che conoscevano bene i greci, che usavano coprirsi la nuca con corone di questa pianta quando dovevano svolgere attività che richiedevano uno sforzo intellettivo molto forte, per concentrarsi meglio e ricordare più cose.

Addirittura il fondatore dell’idroterapia e fitoterapia, il dottore Kneipp, prescriveva ai suoi pazienti, in epoca più recente, l’enolito, un particolare composto creato facendo macerare il rosmarino nel vino bianco. Secondo il medico questa miscela era utile per prevenire la stanchezza fisica e mentale, contro reumatismi, ipotensione arteriosa, vertigini e ipercolesterolemia.

Proviamo ad essere schematici, ecco qui le principali proprietà del rosmarino, che oltre ad essere un forte aromatizzante ha anche facoltà:

  • Digestive
  • Diuretiche
  • Coleretiche: ovvero aumenta la secrezione di bile
  • Carminative: vale a dire facilita l’espulsione dei gas intestinali
  • Antispasmodiche

I benefici dell’olio essenziale di rosmarino

Tra i principali prodotti derivati da questa pianta c’è, ovviamente, l’olio essenziale di rosmarino. I suoi usi sono diversi: può essere innanzitutto vaporizzato nell’ambiente, facilitando la concentrazione, favorendo la memoria, agendo sullo stato d’umore, oppure può essere utilizzato per bagni caldi, impacchi, lozioni e massaggi. In quest’ultimo caso può essere unito all’olio di mandorle per combattere reumatismi, dolori articolari e muscolari, e per combattere smagliature e favorire l’elasticità dell’epidermide.

L’olio essenziale di rosmarino è anche un valido alleato per la bellezza, in particolare per la cura di capelli: li rafforza e ne facilita la crescita, stimola il follicolo e ne contrasta la caduta, rende più lucida la chioma e nasconde i capelli bianchi.

Una pianta veramente incredibile: buona ma anche salutare, valida per il benessere mentale e la concentrazione, contro la stanchezza e alleata della bellezza.

Insomma da oggi, non userete più il rosmarino solo in cucina!

Fonte immagini: ohga.it; lifegate.it

CONDIVIDI