Anemia: come riconoscerla dagli occhi

Quali sono i sintomi che svelano la presenza dell’anemia? A parere degli esperti, è bene non sottovalutare mai i problemi legati alla carenza di ferro, di acido folico e di vitamina B12.

L’anemia può essere riconosciuta prestando la massima attenzione a determinati segnali: il ferro è essenziale per il corretto funzionamento dell’emoglobina e responsabile del trasporto di ossigeno a tutte le cellule dell’organismo.

Stanchezza, mancanza di concentrazione e spossatezza sono tra i primi segnali che si possono riconoscere in una persona anemica. Come riconoscere l’anemia dagli occhi? Scopriamolo in questa guida.

Anemia: quali sono i sintomi?

Come riconoscere l’anemia? Quali sono i principali sintomi? Spesso e volentieri chi soffre di anemia mostra chiari segnali ascrivibili principalmente alla stanchezza, maggior predisposizione alle infezioni, difficoltà a concentrarsi, scarsa performance dal punto di vista produttivo, scarsa qualità di vita. Inoltre, la cattiva produzione di globuli rossi incide negativamente sulle difficoltà respiratorie e sulla difficoltà a scambiare ossigeno-anidride carbonica.

La deficienza di ferro si riconosce principalmente attraverso questi sintomi: pallore grigiastro dell’epidermide, secchezza sulle labbra e sulla congiuntiva degli occhi. Lo sguardo dell’anemico appare “spento”, “triste” e notevolmente “stanco”: abbassando la palpebra inferiore, la mucosa interna appare di colore rosa pallido, mentre in un soggetto sano (non malato) la mucosa appare di colore rosso vivo intenso.

Anche i capelli e le unghie (delle mani e dei piedi) appaiono notevolmente più fragili e soggetti alla caduta. La deficienza di ferro si ripercuote negativamente anche sulla struttura muscolare che appare meno tonica e soggetta a dolori e crampi, oltre a dolori addominali talvolta anche piuttosto intensi.

Quali rimedi efficaci per ricostituire il ferro?

Come ricostituire le giuste riserve di ferro nell’organismo umano? E gli occhi? Come possono riprendere il naturale colore rosso intenso? Tra i migliori rimedi bisogna variare il proprio regime dietetico e seguire un’alimentazione che sia quanto più variegata possibile.

Per riprendere il proprio colore naturale, combattere la stanchezza ed il senso di affaticamento, si deve assumere carne rossa, pollo, tacchino, carne di maiale, coniglio, verdure a foglia verde, frutta secca, crostacei, frutti di mare, fagiolini, bieta, spinaci, quinoa, cereali integrali, latte e lattici, yoghurt magro, agrumi, etc.

Fonte immagine: ok-salute.it

PANORAMICA RECENSIONE
Anemia: come riconoscerla dagli occhi
CONDIVIDI