Idropulsore dentale: quale scegliere?

Sei alla ricerca di uno strumento che ti consente di sostituire definitivamente il filo interdentale? Forse non sai che l’idropulsore dentale è quello che fa al caso tuo: spazzolino e dentifricio non sono le uniche soluzioni per combattere la placca dei denti, e neppure il collutorio o il filo interdentale non assicurano la massima pulizia in profondità.

L’idropulsore dentale è assimilabile, per certi versi, a quello utilizzato dai dentisti professionisti, anche se meno costoso e meno potente.

E, allora, se non sai ancora che cos’è un idropulsore dentale e quali sono le sue funzionalità e i benefici per la tua igiene orale, segui questa guida dedicata.

Idropulsore dentale: che cos’è e come funziona?

Se sei alla ricerca di uno strumento che ti consente di sostituire definitivamente il filo dentale, allora inizia ad utilizzare l’idropulsore dentale.

Non è efficace solo sui denti, ma è clinicamente testato e migliora anche la salute delle gengive e assicura una corretta igiene orale.

Si tratta di una specie di “pistola” utile per la pulizia profonda dei denti e consente di indirizzare il getto d’acqua verso il bordo gengivale e gli spazi interdentali.

Come si può capire, è assimilabile a quello utilizzato dal dentista, per questo i risultati sono davvero garantiti.

Ovviamente, i costi sono assai più esigui: il prezzo per acquistare un idropulsore domestico è all’incirca sotto i cento euro.

L’idropulsore dentale è un piccolo elettrodomestico che si assomiglia agli idropulsori professionali, ma non assicurano la stessa potenza.

Questo strumento è in grado di assicurare la massima salute dentale e consente di rimuovere completamente la placca batterica e i residui di cibo tra i denti.

Per chi lo ha provato, i risultati sono davvero unici e garantiti: niente paura per i ponti dentali e gli impianti dentali, sono adatti anche per questi casi!

Chi ha impianti dentali, per evitare possibili infezioni o prevenire malattie, è fondamentale garantire la corretta igiene del cavo dentale grazie all’utilizzo quotidiano dell’idropulsore dentale.

Si possono pulire tranquillamente sia le ortodonzie fisse, sia gli impianti in titanio inseriti nell’osso che i ponti.

Idropulsore dentale: come è fatto?

Come già anticipato l’idropulsore dentale è un piccolo elettrodomestico assimilabile ad uno spazzolino costituito da tre elementi.

Il serbatoio dell’idropulsore dentale

Il serbatoio di questo spazzolino idropulsore può essere di diverse misure: l’importante è scegliere un modello che contenga molta acqua, in modo tale da assicurare una pulizia davvero completa e profonda, assimilabile a quella fatta dal dentista.

Nulla toglie che possiate eseguire la vostra pulizia profonda ricaricando per ben due volte l’acqua, anche se può essere una scocciatura ed una vera e propria perdita di tempo.

Pompa idraulica dell’idropulsore dentale

Il secondo elemento componente è la pompa idraulica che consente di far transitare l’acqua.

Compressore dell’idropulsore dentale

Dopo aver riempito il serbatoio con acqua o con una miscela che contenga anche del collutorio, il compressore consente all’utilizzatore di erogare il getto d’acqua dall’ugello. Per procedere con la pulizia completa, rivolgi il beccuccio verso i tuoi denti.

Spazzolino elettrico e idropulsore dentale: quali sono le differenze?

Anche se, esteticamente, l’idropulsore assomiglia allo spazzolino elettrico, dal punto di vista del funzionamento è tutt’altro che assimilabile.

L’idropulsore deve essere tenuto come se fosse uno spazzolino elettrico da denti, ma il piccolo ugello da cui esce lo spruzzo deve essere indirizzato verso le gengive e gli spazi interdentali.

Durante l’utilizzo, è fondamentale muoverlo con costanza per assicurare una pulizia quanto più profonda dei denti, delle gengive e del cavo orale.

Idropulsore dentale: quale acquistare?

Nonostante il suo utilizzo pluriennale dai professionisti, l’idropulsore dentale ha iniziato a fare la sua comparsa sugli scaffali dei grandi negozi di elettrodomestici e online (Amazon).

La Redazione di Consigli Benessere suggerisce l’acquisto di questi interessanti idropulsori dentali:

Oral-B WaterJet 

Oral-B, il brand di spazzolini più usata dai dentisti nel mondo, aiuta a migliorare la salute delle gengive offrendo una pulizia delicata e mirata.

L’idropulsore Oral-B Waterjet dispone di 2 modalità di pulizia: il getto d’acqua singolo rimuove con delicatezza i residui di cibo dalle aree difficili da raggiungere, mentre il getto d’acqua multiplo stimola e massaggia dolcemente le gengive.

Per una pulizia profonda e quotidiana, è possibile utilizzare l’idropulsore Oral-B Waterjet in combinazione con un collutorio.

Waterpik Ultra WP100

Brand che da oltre 50 anni produce prodotti per la cura e l’igiene dentale, si distingue per il design, ma anche per la tecnologia adottata.

Oltre ad essere indicato per chi non ha problemi ai denti e alle gengive, questo idropulsore dentale è consigliatissimo per chi fa uso di protesi.

Panasonic EW1211W845

Si tratta di un idropulsore con piccolo serbatoio integrato nel manico che lo rende perfetto per metterlo in valigia, e quando non si ha la possibilità di lavare i denti con uno spazzolino e il normale dentifricio.

Rispetto a quelli tradizionali, questo idropulsore gode di un getto meno potente, anche se molto efficace.

Fonte immagine: Amazon.it

CONDIVIDI