Macchie viola sul viso: di cosa si tratta?

Macchie viola sul viso

La comparsa di macchie e puntini viola sul viso, nota come porpora cutanea, è un disturbo epidermico correlato a danni micro-vascolari. Si manifesta con la comparsa di macchioline cutanee viola delle dimensioni comprese tra 0,3 e 1 centimetro ed è scatenata da molteplici fattori. In questo articolo vi forniremo una panoramica approfondita sulle cause e la cura di questo disturbo cutaneo.

Macchie viola sul viso: le cause

Gran parte dei sintomi della porpora cutanea possono essere strettamente correlati alle seguenti cause:

• Rottura dei vasi sanguigni
• Problemi piastrinici
• Amiloidosi
• Disturbi della coagulazione
• Citomegalovirus congenito
• Sindrome da Rosolia congenita
• Assunzione di farmaci che interessano le piastrine
• Emangioma
• Sbalzi di pressione che si verificano durante il parto
• Scorbuto o carenza di vitamina C
• Uso di steroidi
• Infezioni
• Lesioni

Macchie viola sul viso: le tipologie

Esistono 5 tipologie di porpora cutanea:

Porpora trombocitopenia: la comparsa delle micro lesioni cutanee avviene a seguito di disturbi della coagulazione che possono derivare da anemia, cirrosi epatica, mieloma o trasfusione sanguigna.
Porpora non trombocitopenia: in questo caso le macchie cutanee possono comparire a causa di malattie croniche come il Lupus, la Rosolia, la meningite, la varicella, l’amangioma, l’amiloidosi, l’ipertensione sanguigna e la vasculite.
Porpora da coagulazione alterata: la comparsa delle micro lesioni cutanee avviene a seguito di disturbi della coagulazione sanguigna correlati ad un ingrossamento della milza e dalla coagulopatia da consumo.
Porpora senile: dovuta alla fragilità dei capillari sanguigni nei soggetti di età pari o superiore ai 60 anni
Porpora psicogena: in questo caso specifico le macchie cutanee possono comparire a seguito di episodi di forte stress e ansia.

Macchie viola sul viso: come si effettua la diagnosi?

Per giungere alla diagnosi di porpora cutanea si procede con esami ematochimici mirati, volti ad esaminare la conta piastrinica. In caso di piastrinopenia (ossia una conta piastrinica inferiore ai 150.000/mmc/microlitro di sangue), il medico effettuerà ulteriori indagini diagnostiche ed esami di laboratorio.

Macchie viola sul viso: la terapia farmacologica

Il trattamento della porpora cutanea può richiedere approcci differenti a seconda della causa scatenante. Dopo un’attenta anamnesi, il medico deciderà di prescrivere uno dei seguenti trattamenti farmacologici:

• Farmaci antivirali
• Farmaci antibiotici
• Farmaci per la cura della piastrinopenia
• Farmaci coagulanti
• Integratori alimentari di Vitamina C
• Farmaci per l’ansia

Come nascondere le macchie viola con l’aiuto del make up

Solitamente è possibile nascondere la porpora cutanea utilizzando cosmetici adeguati. Invece di accumulare tanti strati di fondotinta e rischiare di ottenere un risultato esagerato e pesante, è consigliabile ricorrere all’uso di un correttore a stick. Il correttore di colore giallo/arancio, ad esempio, è particolarmente indicato per neutralizzare le macchie violacee e rendere omogeneo l’incarnato della pelle del viso. Per ottenere risultati concreti è consigliabile applicarlo soltanto sulle macchioline, utilizzando un pennellino dalla punta sottile. Dopo aver nascosto le macchie e i puntini viola, se volete potete dedicarvi all’applicazione di un fondotinta. Onde evitare di compromettere la copertura delle macchie viola precedentemente effettuata, picchiettate il fondotinta con il blender anziché stenderlo con un pennello. Una volta nascoste le macchie, potrete realizzare un make up completo.

 

(Fonte immagine: Unsplash)
CONDIVIDI