Semi di girasole: proprietà, benefici ed usi degli amici della salute

In natura vi sono moltissimi elementi che donano benessere psichico e fisico. Pensiamo ai semi, ad esempio, che tanti privilegi donano all’organismo umano. Tra questi spiccano quelli di girasole, onnipresenti sia nella cura del corpo sia nell’alimentazione. Qui dedicheremo a questi semi, autentici alleati della salute, un ampio approfondimento.

Semi di girasole: proprietà e benefici

I semi di girasole sono quei semi generalmente raccolti dal girasole, una pianta appartenente alla famiglia delle Astaraceae. Sono semi che contengono vitamine, ferro e magnesio e, udite udite, contengono delle proprietà antitumorali.

I semi di girasole, dunque, contengono molte calorie: sono, ogni cento grammi circa, almeno 557. L’olio prodotto è quello col minor apporto calorico, composto com’è da circa il 45% da grassi, nel 20/28% da proteine e per il 23% da carboidrati. Il contenuto vitaminico è molto alto, comprendendo tra l’altro vitamina B1, B2, B6, A, D ed E.

Per l’organismo l’olio di semi di girasole contiene alte quantità di magnesio, ferro, cobalto, manganese, zinco e rame. Tra gli acidi grassi spicca l’acido clorogenico, l’acido linoleico e l’acido folico.

Questi semi esistono in tre varianti, ognuna con le sue proprietà: quelli bianchi sono pieni di acido linoleico, contenente Omega-6, acido grasso che contiene proprietà antitumorali e che funge da ottimo deterrente per la prevenzione di arteriosclerosi e del diabete. Quest’acido, inoltre, favorisce l’accrescimento della massa magra riducendo quella grassa. Nella loro varietà nera, i semi contengono alte percentuali di ferro e zinco, fondamentali per la crescita. Ma non solo: hanno dalla loro fibre, sempre utili nelle diete dimagranti per l’aumento del senso di sazietà e preziose per l’attività intestinale.

I semi striati invece sono molto utili per il corretto funzionamento dell’intestino. I semi di girasole dunque sono tutti molto nutrienti senza eccedere nei grassi e per l’alto contenuto di magnesio risultano essere molto preziosi per la prevenzione di problemi al cuore e contro lo stress. Infine, per gradire, sono utili contro il colesterolo e per le malattie cardiovascolari.

Gli usi in cucina

Come ogni seme che si rispetti, anche quello di girasole trova ottima applicazione in cucina. Qui sono ottimi condimenti per il pane, dal momento che si possono mescolare nell’impasto. E poi si possono usare su insalate o cereali prima della colazione.

Nella tradizione culinaria italiana questi semi non sono molto utilizzati, essendo ancora un campo inesplorato per molti ma rappresentano delle autentiche chicche per la salute. Per questo questi semi possono essere utilizzati con il riso o addirittura essere tostati in padella con un pizzico di sale. Il risultato è croccante, ma soprattutto gustoso.

Fonte immagine: Macrolibrarsi

CONDIVIDI