Alloro: proprietà e benefici della “Pianta dei Poeti” e dei laureati

L’alloro è la “Pianta di Poeti”, cinge la testa dei laureati e simboleggia gloria e sapienza: si tratta di una sempreverde appartenente alla famiglia delle Lauraceae, caratterizzata da foglie ovali e fiori primaverili di color paglierino. Il laurus nobilis ben si adatta al clima mediterraneo, ma va curato con attenzione dato che è molto delicato e potrebbe ammalarsi facilmente.

Alloro: Storia, credenze e leggende

La pianta affonda le sue radici in epoche lontane e, oggi, il suo uso è fortemente diffuso. Considerato anche come un farmaco, nell’antichità greca si diceva che l’alloro avesse il potere di far “gettare alle spalle” la negatività e fungeva da rivelatore di premonizioni.

Simbolo di trionfo e di gloria, fu anche utilizzato per contrastare la peste, per regolarizzare il ciclo e per creare saponi adatti a pelli sensibili.

Bruciare le foglie dell’alloro allontana i fulmini e scaccia la negatività, ma è anche un ottimo rimedio contro l’umidità.

Come aroma, è contenuto nei liquori o usato in abbinamento alla carne, nella fase di cottura.

Alloro: Proprietà e benefici

  • Stimola la fame: ricche di olii essenziali quali geraniolo, cineolo, eugenolo, terpineolo, fellandrene, eucaliptolo, pinene, le foglie e le bacche dell’alloro sono alleate della buona salute in quanto contribuiscono a stimolare l’appetito e a fungere da aperitivo.
  • Ciclo mestruale: funziona da analgesico contro i dolori mestruali e garantisce alla regolarità del ciclo grazie alla presenza di acido folico.
  • Digestione: l’alloro, tra l’altro, funziona benissimo come rimedio per i disturbi dello stomaco e, più in generale, dell’apparato digerente in quanto facilita il normale processo digestivo.
  • Antipiretico e mucolitico: in presenza di febbre o, più in generale, di influenza, L’azione congiunta delle bacche e delle foglie stimola la sudorazione. provocando il conseguente abbassamento della temperatura. Utile anche in caso di tosse, l’alloro può essere un rimedio per eliminare il catarro.
  • Insetticida naturale: l’acido laurico contenuto nelle foglie funge da repellente contro insetti e parassiti.
  • Antinfiammatorio: valido rimedio anche per uso esterno, le bacche dell’alloro possono essere utilizzate come potente antinfiammatorio contro dolori di vario genere.
  • Calmante: tra le proprietà della pianta anche quella di contrastare insonnia e stress.
  • Astringente: contrasta i disturbi di diarrea e limita i crampi addominali.
  • Antiossidante ed antitumorale: la sua azione combatte quella dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e contrasta anche la cattiva riproduzione cellulare (in particolare i tumori che colpiscono i polmoni).

Le tisane a base di alloro, ottenute con 3/4 foglie lasciate in ebollizione, possono essere rimedio naturale contro vari disturbi tra cui, in particolari, quelli che colpiscono la bocca e l’apparato respiratorio.

Quindi, gengivite, alitosi, infiammazioni alla gola, tosse e così via possono essere contrastati con la somministrazione di almeno una tazza di tisana.

Nel caso di gonfiore e stanchezza dei piedi, immergendo gli arti inferiori in almeno due litri di acqua con alloro e bicarbonato, il sollievo sarà immediato.

Alloro: Controindicazioni

Qualora si soffra di problemi di respirazione, allergie o dermatiti, sarà meglio evitare l’impiego di alloro.

Se consumato in quantità eccessive, potrebbe determinare nausea, sonnolenza ed emicranie.

Fonte immagine: luxheart.altervista.org

 

CONDIVIDI