Proteine della carne: perché fanno bene all’organismo umano?

Per mantenere il proprio fisico perfettamente in equilibrio, per combattere la carenza nutrizionale, apportare il giusto fabbisogno energetico all’organismo umano per assicurare il buon stato di salute ed equilibrio, è buon consiglio consumare le proteine animali contenute nella carne bianca, rossa, pesce e uova.

La carne di pollo, tacchino, manzo e di selvaggina sono una fonte preziosa di proteine, utili per proteggere tutto il corpo: muscoli, ossa, pelle, capelli e ogni altra parte del corpo o del tessuto epiteliale necessitano del giusto apporto di protidi.

Tanti studi e ricerche accademiche condotte oltreoceano ne validano la tesi con risultati concreti e scientificamente dimostrati. Ecco perché fa bene magiare le proteine animali assunte con il consumo regolare e moderato di carne bianca e rossa.

Ricerca Harvard T.H. Chan: perché sono importanti le proteine della carne?

Le proteine della carne sono importantissime per favorire le attività enzimatiche responsabili delle reazioni chimiche e per stimolare la proteina globulare dell’emoglobina nell’espletamento della sua funzione di trasporto dell’ossigeno nel sangue.

È quanto messo in evidenza dall’Harvard T.H. Chan School of Public Health che raccomanda a tutti gli adulti di assumere quotidianamente almeno 0,8 grammi di proteine animali contenute nella carne ​​per ogni chilogrammo di peso corporeo al giorno.

L’Harvard T.H. Chan consiglia di non eccedere i 46 grammi di proteine animali al giorno per le donne di età superiore a 19 anni e di 56 grammi al giorno per gli uomini di età superiore ai 19 anni.

Si pensi che a livello planetario vi è ancora una netta carenza della disponibilità di proteine animali, specie per le popolazioni dei Paesi del Terzo Mondo: milioni di persone non hanno a disposizione la possibilità di consumare le proteine della carne e ciò comporta inevitabili conseguenze sulla buona salute dell’organismo umano e sul quadro salutistico.

La malnutrizione proteica porta alla comparsa della sindrome di kwashiorkor e la carenza di proteine animali cagiona ​​problemi di crescita, perdita del tono della massa muscolare, diminuzione difese immunitarie, indebolimento dell’organo cardiaco e dell’apparato respiratorio.

Le proteine assunte con il consumo costante e regolare di carne forniscono tutti gli aminoacidi di cui il nostro organismo umano necessita: le sole proteine di origine vegetale assunte con il consumo di frutta, verdura, cereali, noci e semi, non sono soddisfacenti per il benessere salutare.

I vegani che non consumano carne, pesce, pollame, uova o latticini sono a maggiore rischio della comparsa di patologie cardiovascolari: è sempre più evidente dalle ricerche scientifiche che il consumo di proteine animali svolgono un ruolo sempre più importante per assicurare il buono stato di salute, anche se non bisogna mai eccedere nei quantitativi. Inoltre, un consumo moderato di carne (specie del pollo e tacchino) aiuta a prevenire la comparsa di alcune patologie legate all’obesità.

Mangiare carne con moderazione: i consigli di AHA

Consumare carne rossa fa bene, ma occorre limitare la quantità: è quanto afferma l’American Heart Association che raccomanda di consumare almeno 4 volte a settimana carne di pollo, tacchino, pesce, uova e una volta a settimana la carne rossa.

Inoltre, la stessa AHA suggerisce di acquistare tagli magri di carne rossa (fesa, girello, noce, sottofesa del bovino adulto, carne equina, petto di pollo (senza pelle), filetto di vitello, lonza di suino).

Eliminare ogni parte grassa prima di cucinare la carne e ricorrere a metodi di cottura più sani e salutari possibili come cuocere la carne alla griglia, stufare con le spezie ed aromi naturali e grigliare.

Uno dei metodi cottura più salutari è stufare la carne rossa o bianca per preparare ottimi spezzatini senza aggiunta di grassi, sale e oli cotti. Ecco gli step consigliati per preparare con salute e gusto lo spezzatino, esaltando le proprietà nutrizionali della carne:

  • tagliare la carne a pezzi di cm 3,5 di lato,
  • eliminare il grasso in eccesso,
  • lavare e tagliare le verdure fresche (sedano, carota, cipolla),
  • cuocere in una casseruola le verdure con aggiunta di acqua e spezie naturali,
  • aggiungere un pizzico di sale,
  • versare con un mestolo da brodo l’acqua di cottura delle verdure in un pentolino a parte,
  • aggiungere i pomodori tipo pachino o la salsa di pomodoro preparata con estrattore succo a freddo,
  • aggiungere i pezzi di carne e le spezie naturali a volontà,
  • aggiungere un bicchiere di vino (bianco e/o rosso),
  • aggiungere mezzo mestolo di acqua bollita delle verdure precedentemente lasciata da parte,
  • lasciare cuocere a fuoco vivo fino a quando non sarà cotto il tutto.

Ricetta: “Stufato di manzo magro”

Cosa cucinare per cena stasera? Un secondo perfetto per chi ama gustare la tradizione della cucina nostrana: un buon piatto di stufato di carne di manzo magro, ottimo e salutare. Di seguito la ricetta consigliata dalla Redazione di Consigli Benessere.

Ingredienti:

  • spezzatino di manzo magro,
  • carote,
  • patate,
  • olive nere,
  • sedano,
  • cipolla
  • prezzemolo
  • 4 pomodori pachino
  • spezie naturali e sale.

Prepara gli ortaggi (patate e carote), lavali e tagliali a pezzettini di medie dimensioni, cuocile in una casseruola con dell’acqua, aromi naturali (cipolle, sedalo, prezzemolo, spezie naturali, un pizzico di sale).

Una volta bolliti, scolali e lasciali da una parte, ricorda di lasciare l’acqua di bollitura che può occorrere durante la cottura dello stufato.

In una padella antiaderente rosola la cipolla con il passato di pomodori pacchino (preparato con slowjuicer), aggiungi lo spezzatino di manzo magro e le olive nere con un rametto di rosmarino.

Durante la cottura controlla se devi aggiungere mezzo mestolo di acqua d’ebollizione delle patate e carote precedentemente cotte, mescola con paletta in legno e aggiungi le carote e patate una volta perfezionata la cottura.

Impiatta e servi lo stufato a tavola ancora bel caldo!

Fonte immagine: lazzariequipment.com

CONDIVIDI