Cronodieta

cronodieta

Nel marasma delle diete moderne, la cronodieta sembra una delle più sensate. Si basa sul rispetto dei ritmi biologici dell’individuo e ci induce a consumare ciò di cui abbiamo bisogno quando ne abbiamo bisogno, al fine di non ingrassare. Niente di più vero. Ora vediamo insieme nel dettaglio in che cosa consiste la cronodieta.

Se dobbiamo svolgere un’attività sedentaria inutile assumere un’elevata quantità di calorie ma se stiamo per scalare il Monte Bianco allora sì che saranno necessarie. In questo modo, non ci saranno mai calorie in eccesso da dover smaltire. Un altro aspetto estremamente interessante di questa regime dietetico è l’associazione di determinati alimenti a determinate zone adipose. Scommetto che questa non la sapevate… Chi mangia molte verdure tenderebbe ad ingrassare sui fianchi, chi mangia molta carne e formaggi tenderebbe ad avere spalle e torace più prominenti e chi, invece, esagera con gli zuccheri avrebbe più pancetta. In quale gruppo credete di rientrare?

cronodieta-menù

Saranno quattro i pasti perfetti da consumare al giorno ed, ovviamente, si inizia dal mattino. Al mattino bruciamo molti grassi e ne abbiamo bisogno, dunque, nutriamoci di essi. A pranzo, invece, necessitiamo di proteine, perché produciamo enzimi che ne facilitano la digestione. Il pomeriggio l’insulina nel sangue cresce ed è il momento di fare merenda con qualche dolcetto, togliendosi anche uno sfizio. La cena tutto è rallentato perciò dovremo attuare una dieta ipocalorica e leggera per prepararci ad andare a letto. La cena può essere saltata? Secondo la cronodieta assolutamente sì, specialmente se non si sente il bisogno di consumare cibo. Questo va assolutamente contro tutti i principi dietetici soliti che demonizzano il saltare i pasti.

Fin qui abbiamo capito i principi base, ora vediamo un esempio di menù tipo giornaliero della cronodieta:

  • Colazione. Deve essere ricca di carboidrati (pane, fette biscottate o biscotti), ma prevedere anche un frutto e un’infusione non zuccherata (come del tè o una tisana)
  • Spuntino. Un frutto o uno yogurt magro.
  • Pranzo. Per le proteine si può optare per della carne magra o del pesce cotto alla griglia accompagnata da un’insalata mista o da un piatto di verdura cotta. Si può consumare anche la pasta per un massimo di tre volte a settimana, ma solo in sostituzione al pane.
  • Merenda. Un frutto o uno yogurt magro.
  • Cena. Carne o pesce magri, possibilmente senza l’aggiunta di condimenti, e verdure a scelta. Vietati, a cena, pane e dolciumi.

Pro e contro della cronodieta

I vantaggi della cronodieta sono un apporto ipocalorico che migliora la qualità della vita ed una sensazione di sazietà che perdura per tutta la giornata. I contro sono l’elevato numero di proteine che può portare a problemi renali e lo scarso consumo di frutta e verdura che invece sono vitali per il benessere dell’organismo. È perfetta per lo stile alimentare francese, in cui la fanno da padrone carne e formaggi.

Vi ricordiamo come una dieta per essere valida deve essere testata da un esperto. Possiamo immaginare che qualunque tipo di dieta sia adatta al nostro organismo, ma se così non fosse? Se stessimo mettendo a serio rischio la nostra salute? È l’eccitazione di iniziare una dieta e di voler vedere subito i risultati a snobbare esami su esami di routine al fine di stabilire la dieta più adatta alle nostre esigenze, ma non è così che funziona. Solamente un dietologo o un nutrizionista possono indicarci la dieta migliore da seguire, senza incorrere in danni seri.

Avete mai provato una dieta fai da te? E quali sono stati i risultati? Condividete con noi la vostra esperienza e, ricordate, se una dieta non ha funzionato, potrebbe non valere lo stesso per tutte le altre. Prima o poi tutti, o quasi, trovano la dieta che fa per loro. Mai perdere le speranze!

fonte immagini: italianosveglia.com; guidaconsumatore.com

PANORAMICA RECENSIONE
Cronodieta
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO