Dieta dell’acqua: come impostare una buona alimentazione

L’acqua fa bene e berne molta è un toccasana per la salute. Una cosa conclamata ed appurata da tempo. Ma, secondo molte fonti, l’acqua può essere utile anche per un regime di dieta basato esclusivamente su di essa. Per depurarsi, per accelerare il metabolismo, per diminuire la fame. Il tutto a vantaggio della linea e della salute.

La cosiddetta “dieta dell’acqua”, che qui di seguito analizzeremo, è stata messa a punto da un noto medico del settore, Nicola Sorrentino, che ha basato le sue tesi sulle ricerche effettuate dalla College of Agriculture and Life Sciences del Virginia Tech, poi pubblicate sulla rivista Obesity. Scopriamola meglio.

Dimagrire con l’acqua

L’acqua aiuta a dimagrire soprattutto se si beve in determinati momenti della giornata. Per questo motivo occorrerebbe abbinare un regime alimentare ipocalorico ad un consumo attento e ponderato di acqua, per ottenere risultati in poco tempo. Ma perché con l’acqua si dimagrisce?

Anzitutto perché l’acqua sazia, se bevuta, per esempio, prima dei pasti. E perché stimola i processi digestivi e metabolici. Depura e contrasta fenomeni come la ritenzione idrica e aiuta a tenere un organismo funzionate e ben idratato.

La dieta dell’acqua a firma del dottor Sorrentino prevede pasti leggeri e bilanciati, accompagnati da otto bicchieri di acqua nel corso della giornata. Sei di questi vanno assunti in momenti specifici della giornata: due prima di colazione, due prima di pranzo, due prima di cena. Bere a digiuno, infatti, secondo molti studi medici, fa aumentare il tasso metabolico del 20-30%. In poche parole cresce la velocità con cui le calorie vengono bruciate e trasformate in energia.

L’acqua in questo caso andrebbe però sorseggiata e non ingurgitata rapidamente: questo aiuta ad aumentare la sazietà prima di iniziare il pasto. All’effetto metabolico si unisce quello saziante. Ovviamente si può bere anche mentre si mangia o ogni qualvolta se ne senta la necessità. Questo regime alimentare prevede poi che si adotti un regime alimentare che si rifaccia ai principi della dieta mediterranea, con un occhio particolare agli alimenti vegetali che devono avere predominanza assoluta. Tanto spazio a pesce e moderazione sulla carne, il pane, la pasta, la pizza.

Fonte immagine: Non solo Benessere

CONDIVIDI