Dieta del minestrone: cos’è, come funziona e menù settimanale

0
dieta-minestrone

La dieta del minestrone rientra tra quelle diete messe a punto per perdere peso in poco tempo. Seguita per soli 7 giorni permette di perdere 5 chili. Si tratta di una dieta a basso contenuto calorico in quanto si stimano  mediamente circa 800 calorie al giorno. Riguardo a questo regime dietetico ne esiste una versione che prevede l’eliminazione totale di carboidrati, proteine e grassi, ed un’altra meno rigida. In ogni caso anche se seguita per pochi giorni si tratta di un regime alimentare poco salutare, per cui quella che vi proponiamo è una dieta del minestrone non drastica ma equilibrata.

Ci teniamo ad ogni modo a sottolineare, che considerando lo scarso apporto proteico, se viene seguita per molto tempo si corre il rischio di andare ad abbassare il metabolismo basale ed anche di perdere la massa muscolare a causa della mancanza delle proteine, che costituiscono i mattoni dei nostri muscoli. Insomma si tratta di una dieta che consente la depurazione dell’organismo in poco tempo. La perdita di peso è conseguenza diretta dello scarso apporto di nutrienti. Tuttavia prima di intraprenderla vi consigliamo di rivolgervi a un medico, che potrà valutare se questa dieta che riduce carboidrati, proteine e grassi in modo drastico, possa essere seguita senza controindicazioni.

Dieta del minestrone: funziona?

Indubbiamente la limitazione dello zucchero porta dei benefici al nostro organismo in termini di linea. Inoltre anche l’acqua contenuta nelle minestre indubbiamente ci aiuta a perdere peso. Insomma il consumo della frutta di stagione rispetto agli zuccheri e ai carboidrati rappresenta senz’altro un punto a favore di questa dieta. D’altronde lo stesso consumo delle verdure apporta dei benefici al nostro organismo, grazie al prezioso contributo di vitamine, sali minerali e fibre. Si sa che le verdure hanno anche un effetto depurativo e disintossicante.

Dieta del minestrone: controindicazioni

Tuttavia non si può dire che sia esente da controindicazioni. Uno dei difetti maggiori di questa dieta deriva dal fatto di essere monotematica, mentre è fondamentale per la salute prediligere una alimentazione variata. La mancanza di carboidrati complessi invece è importante per contenere i livelli della glicemia nella norma. L’assenza di proteine, escluse 4 vote su 7, è un altro punto debole di questa dieta dimagrante perchè se con le verdure l’organismo si disintossica e si purifica da scorie e tossine, senza proteine vi è la perdita di massa muscolare. Problemi possono esserci anche a causa di carenze vitaminiche.

Insomma tirando le somme, è vero che fa dimagrire, ma bisogna perdere peso rispettando il nostro organismo senza esporlo al rischio di eventuali problemi causati proprio da un regime dietetico squilibrato. Non va tralasciato quindi che se è vero che con questa dieta è possibile dimagrire, lo è altrettanto che i chili persi è facile riprenderli quando si ritorna a seguire un regime alimentare precedente la dieta del minestrone.

Dieta del minestrone: esempio di menù settimanale

Di seguito vi forniamo un esempio di menù settimanale relativo a questa dieta.

Lunedì

Colazione: una tazza di caffè o di tè, oppure un yogurt magro bianco o alla frutta più cereali.
Spuntino: con un frutto o un succo di frutta senza zucchero.
Pranzo: insalata verde più due mele.
Merenda: uno yogurt magro oppure un succo di fruta sempre senza zucchero.
Cena: insalata verde e due pere.

Martedì

Colazione: un caffè amaro più fette biscottate integrali.
Spuntino: una tazza di tè con uno yogurt magro.
Pranzo: minestrone più insalata verde.
Merenda: un caffè o un tè.
Cena: insalata verde più un minestrone.

Mercoledì

Colazione: tè o caffè accompagnati da biscotti secchi integrali.
Spuntino: yogurt magro.
Pranzo: un minestrone a base di verdure più insalata verde.
Merenda: un frutto.
Cena: insalata verde più un minestrone a base di verdure.

Giovedì

Colazione: 200 ml di latte scremato più della frutta.
Spuntino: un frutto.
Pranzo: 20 grammi di yogurt accompagnato da un frutto.
Merenda: yogurt magro.
Cena: minestrone.

Venerdì

Colazione: un caffè amaro.
Spuntino: un tè nero.
Pranzo: 300 grammi di pesce cotto al vapore condito con dei pomodorini.
Merenda: un frutto
Cena: insalata verde e un pesce cotto alla griglia

Sabato

Colazione: un caffè amaro.
Spuntino: un tè
Pranzo: minestrone di verdure più insalata verde.
Merenda: yogurt magro.
Cena: minestrone.

Domenica

Colazione: un caffè amaro.
Spuntino: succo di frutta senza zucchero.
Pranzo: 200 grammi di riso integrale con zucchine cipolle e carote.
Merenda: un succo di frutta senza zucchero.
Cena: un minestrone di verdure più una insalata verde.

Fonte immagine: accademiabarilla.it

PANORAMICA RECENSIONE
Dieta del minestrone: cos'è, come funziona e menù settimanale
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO