Dimagrire con la dieta del lungo respiro: funzionamento e controindicazioni

dieta-lungo-respiro

Quante volte, per perdere peso, avete fatto ricorso a diete drastiche che, oltre ad un grande senso di fame continuo, non hanno prodotto alcun risultato? Perchè è importante seguire una corretta alimentazione, fatta di frutta, verdure, carboidrati e proteine, ma senza esagerare, ma è pur vero che le diete troppo drastiche, e fai da te, non fanno bene al nostro organismo.

Anzi, possono arrecare danni, oltre a non farci perdere peso. E se vi dicessimo che è possibile perdere peso controllando la respirazione? La rivelazione arriva dal Giappone e a proporla è stato l’attore Miky Ryosuke che, stando a quanto riporta la rivista Cosmopolitan, è riuscito a perdere 13 kg e 12 cm di girovita in sole sei settimane. Come? Senza dieta e senza stress, ma semplicemente respirando in un certo modo. Ebbene sì, a quanto pare sarebbe sufficiente una serie di lunghi respiri per bruciare i grassi e modellare il corpo.

La scoperta di Miky Ryosuke

Il tutto è stato scoperto casualmente, mentre l’attore era alla ricerca di metodi respiratori per alleviare i dolori alla schiena. Fu proprio così che si rese conto che questi esercizi erano in grado di far perdere peso.

Ma come accade questa sorta di magia? Il grasso è composto da carbonio, idrogeno e ossigeno. Quando quest’ultimo raggiunge le cellule adipose, si ha una reazione chimica per la liberazione di energia che origina prodotti di scarto quali acqua e anidride carbonica che vengono smaltiti attraverso la respirazione e la sudorazione. Secondo Miki Ryosuke, dunque, sarebbero sufficienti dai due ai cinque minuti di respirazione al giorno per vedere assottigliare il girovita.

Come funziona la pratica? Basta mettersi in piedi e posizionare una gamba avanti e una indietro. Il tutto facendo in modo che il peso del corpo venga scaricato sul piede posteriore. Quindi non resta che inspirare l’aria per tre secondi, sollevando le braccia sulla testa per espirare poi, con forza, per sette secondi. Mai scordare di contrarre i muscoli.

Far funzionare la dieta del lungo respiro

La dieta del lungo respiro, stando a quanto riporta la rivista, può risultare efficace a patto che venga accompagnata da un regime alimentare equilibrato e dalla pratica costante di attività fisica. Respirare ogni giorno e continuare a mangiare cibo spazzatura non farà di certo perdere peso. La respirazione non fa miracoli, ma agisce sullo stress e aiuta a gestire le proprie emozioni. Così facendo si eviterà di ricorrere a cibi poco sani al fine di alleviare tensioni e malumori.

Controindicazioni

Come per ogni cosa, ci sono delle controindicazioni. Nel caso in cui gli esercizi di respirazione vengano praticati da soli, gli effetti desiderati potrebbero tardare ad arrivare o non verificarsi affatto. I medici ricordano che il respiro è un atto involontario e non deve essere condizionato onde evitare di finire in iperventilazione o ancora provocare palpitazioni o perdita di conoscenza. Coloro che soffrono di problemi cardiaci, così come gli asmatici, dovrebbero consultare un professionista prima di lanciarsi nell’adottare questo tipo di diete.

Da quel che si è capito la dieta del lungo respiro, in inglese Long Breath Diet, non si tratta affatto di una dieta adatta a chi vuole perdere peso velocemente. In tal caso vi rimandiamo ai consigli per dimagrire in poco tempo che sono semplici da seguire ed efficaci.

PANORAMICA RECENSIONE
Dimagrire con la dieta del lungo respiro: funzionamento e controindicazioni
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO