Metodo Bianchini per dimagrire: caratteristiche e cibi ammessi

Dimagrire è il sogno di ogni donna e uomo: ci sono tanti regimi dietetici e metodi che consentono all’organismo umano di ridurre il peso corporeo.

Grazie alla biochimica degli alimenti è possibile perdere peso senza pesare gli alimenti o contare le calorie.

Grazie al Metodo Bianchini è finalmente possibile riuscire a perdere peso senza dover rinunciare ai propri alimenti preferiti, utilizzando qualunque tipo di cottura.

Scopriamo in questa guida di Consigli Benessere in che cosa consiste il Metodo Bianchini, cosa si può e cosa non si può mangiare.

Metodo Bianchini: in cosa consiste?

Il Metodo Bianchini si basa sui principi della biochimica alimentare: ogni cibo agisce diversamente da persona a persona.

Si tratta di un metodo inaugurato da Paolo Bianchini, consulente nutrizionale, il cui percorso alimentare-educativo offre la possibilità di dimagrire e di migliorare il benessere dell’organismo umano consumando illimitatamente cibi che vengono vietati nelle diete.

La passione di Bianchini per la biochimica del cibo nasce in adolescenza, in quanto ragazzo sovrappeso, fino all’applicazione su sé stesso dei principi del c.d. Metodo Bianchini.

Grazie al Metodo Bianchini è possibile migliorare il benessere generale, migliorare la performance sportiva, rispettare il proprio corpo, avere maggiore concentrazione e lucidità sia nel lavoro che nello studio e raggiungere un rapporto equilibrato con il cibo.

Il Metodo alimentare Bianchini scardina i limiti della dietologia (grammi, conteggio calorico e pratica obbligatoria di attività fisica per “bruciare” calorie e grasso).

Con il Metodo Bianchini è possibile adottare uno stile di vita che consenta ai pazienti di fare assaporare cibi gustosi e di migliorare il benessere psico-fisico.

Metodo Bianchini: quali sono le caratteristiche?

Rispetto agli altri regimi nutrizionali il Metodo Bianchini presenta le seguenti caratteristiche:

  • non si pesano i cibi,
  • non è obbligatorio praticare sport,
  • non c’è conteggio delle calorie,
  • c’è molta varietà di cibi,
  • si possono utilizzare tutti i tipi di cottura,
  • non bisogna fare rinunce,
  • i condimenti sono liberi.

Il Metodo Bianchini si fonda su una scelta equilibrata e consapevole di alimenti che possono favorire il benessere psico-fisico.

Grazie al Metodo Bianchini è possibile mangiare dolci (torte, crepes, muffin, mousse, etc.), gelato, yoghurt, panna montata, mascarpone, pasta, pane, pizza, uova, carne, frutta, verdura, formaggi, salumi, insaccati, condimenti (burro, olio extra vergine d’oliva, maionese, spezie).

Non si deve eliminare alcun cibo perché una nutrizione drastica non apporta alcun beneficio. Si devono evitare alcune bevande e alcuni composti aggiunti (aceto, sale e zucchero).

Metodo Bianchini: le azioni immunostimolanti

Con il Metodo Bianchini ci sono delle azioni che possono aiutarci a stimolare il sistema immunitario.

Tra queste azioni ci sono:

  • la serenità: per stimolare il nostro sistema immunitario è importante riguadagnare la serenità, inserendo attività rilassanti e piacevoli,
  • il riposo: dormire un numero sufficiente di ore, andando a letto entro le ore 23 e svegliarsi al mattino massimo alle 8,
  • probiotici e magnesio: un buon equilibrio del microbiota intestinale è fondamentale per impedire ai virus di proliferare. Può quindi risultare utile l’assunzione di probiotici,
  • cercare di eliminare le fonti di stress e paura, che inducono l’organismo umano a produrre adrenalina, noradrenalina e cortisolo, sostanze che possono indebolire il sistema immunitario.

(Fonte immagine: notizie.it)

CONDIVIDI