Stimolare il punto G con il Kamasutra

0
stimolare-punto-g-kamasutra

Di zone erogene dell’uomo ne abbiamo già parlato, oggi focalizziamo l’attenzione sul punto G femminile, che  si trova sulla parete anteriore della vagina, dietro l’osso pubico. Si tratta di una zona riccamente innervata, pertanto la sua stimolazione è in grado di dare molto piacere. Il punto G può definirsi come la prostata del piacere femminile. A causa della sua posizione anatomica, quando viene stimolato, si avverte il bisogno non rimandabile di urinare. Anche se si tratta soltanto di una sensazione che non corrisponde a una reale necessità, è consigliabile in ogni caso andare in bagno prima della sua stimolazione. In questo articolo in particolare vi consiglieremo in che modo stimolare questa parte del corpo così ricettiva con le posizioni del Kamasutra.

Le migliori posizioni per stimolare il punto G

Per favorire la stimolazione del punto G è necessario che l’uomo invece che penetrare sul fondo della vagina, deve concludere la spinta nel punto G. Andiamo a considerare le posizioni più utili in questo senso.

  1. Missionario ad angolo retto. Si tratta di una delle posizioni più adatte a stimolare il punto G. Ecco come realizzarla: la donna appoggia le gambe sulle spalle del partner. In tale posizione, indipendentemente dal fatto che le gambe siano divaricate oppure appoggiate alle spalle del compagno, il pene effettua il suo movimento di spinta direttamente sul punto G. Insomma sia che vi posizionate in piedi o vi piegate in avanti, l’importante è che le penetrazione spinga sulla parete anteriore della vagina.
  2. Posizione dell’amazzone all’indietro. In questo caso il partner piega le gambe della donna contro il busto. Si tratta di una posizione che consente non soltanto di raggiungere agevolmente il punto G, ma anche di poter stimolare con facilità altre zone erogene, quali i capezzoli e il clitoride, facilitando in tal modo il raggiungimento dell’orgasmo.
  3. La posizione dell’ape. L’uomo è seduto e la donna gli è sopra a cavalcioni, dandogli le spalle. In questo modo, oltre a ricevere una stimolazione profonda del punto G, la donna può controllare il ritmo dell’amplesso.
  4. La posizione del granchio. In questo caso la compagna è sdraiata di spalle sopra l’uomo. Facendo perno sulle proprie gambe può controllare sia il ritmo che la direzione del pene in vagina. Inoltre avendo le mani libere può stimolare il clitoride.
  5. La posizione del lupo. In questo caso la donna è di spalle, per cui il compagno la penetra da dietro. La posizione consente al partner anche di stimolarle i capezzoli e il clitoride.
PANORAMICA RECENSIONE
Stimolare il punto G con il Kamasutra
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO