Body Pump, la tendenza del momento

body-pump

Con il tram tram quotidiano e la vita sedentaria di molti di noi diventa sempre più importante mantenersi in forma e sempre più spesso nascono nuove attività sportive che ci permettono di raggiungere al meglio i nostri obiettivi. Quest’oggi vogliamo presentarvi una pratica nata negli anni ’90 e che sta spopolando nel nostro Paese proprio in questi ultimi anni, stiamo parlando del Body Pump. Si tratta, infatti, di una nuova disciplina che arriva da Oltreoceano e che coniuga in modo leggero e divertente l’attività aerobica, anche quando si è avanti con l’età, l’uso dei bilancieri e la musica più stimolante. Scopriamo insieme qualcosa di più su questa nuova disciplina.

Philip Mills, un neozelandese amante del fitness, nei primi anni ‘90 decise di proporre nella propria sala fitness l’uso del bilanciere. Ovviamente propose ai suoi “studenti” una coreografia semplice da eseguire, dai movimenti ben studiati da svolgere con una musica coinvolgente. Chiamò questa nuova disciplina “pump” e fu subito un grande successo. Negli ultimi anni, come abbiamo già anticipato, questo fenomeno è arrivato anche in Italia e le più grandi palestre hanno già capito la sua importanza tanto da proporla immediatamente.

In molti vi starete chiedendo a cosa si deve il successo Body Pump, la risposta è molto semplice. Al sottofondo musicale, composto da pezzi molto noti alla maggior parte delle persone, va sommato un addestramento muscolare completo che allena tutte le parti del corpo in modo graduale e di sicuro non estenuante. Le parti del nostro corpo vengono allenate utilizzando manubri, bilancieri e uno step. Il tutto viene eseguito con semplici coreografie e con ritmi musicali coinvolgenti: 10 brani (ogni pezzo dura in media 5 minuti) studiati appositamente dal personal trainer/coreografo che, ovviamente, lo abbina ad esercizi mirati. Una lezione dura, in media, tra i 45 e i 60 minuti.

Ogni lezione, quindi, si compone di una fase di riscaldamento, una di tonificazione e l’ultima parte di defaticamento. Il programma studiato dal personal trainer viene modificato ogni tre mesi e le variazioni interessano principalmente i carichi di lavoro, più o meno pesanti, decisi a seconda dei partecipanti alla lezione.

Come tutte le attività fisiche, molti sono i benefici del Body Pump. Per prima cosa praticare questa disciplina permette di tonificare tutti i muscoli del corpo, rafforzando le articolazioni e portando a un notevole miglioramento della nostra resistenza fisica. Inoltre, essendo un attività che unisce l’uso di pesi con l’attività aerobica, permette di bruciare molte calorie e, di conseguenza, si perdere peso. Insomma, si tratta di un lavoro stimolante in tutti i sensi, divertente e sicuramente originale!

Quanti di voi hanno già provato il Body Pump? Fateci sapere le vostre esperienze, se volete, lasciandoci un commento.

Fonte immagine: clubwellfit.it

PANORAMICA RECENSIONE
Body Pump, la tendenza del momento
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO